L'inizio di settembre di preannuncia ancora più caldo del solito per quel che riguarda il mondo della tecnologia. Il 10 del mese saranno presentati gli attesi iPhone 11 di Apple, ma pochi giorni prima del loro debutto sul palco dello Steje Jobs Theatre di Cupertino potrebbe finalmente arrivare sul mercato l'attesissimo Samsung Galaxy Fold — lo smartphone con schermo pieghevole della casa coreana il cui lancio era stato rimandato mesi fa e poi mai più riprogrammato. La nuova data ipotizzata in queste ore per il lancio in patria è infatti il 6 settembre, almeno per il mercato coreano.

A riportarlo è stato il quotidiano locale Yna che per il momento ha parlato della data come di un'indiscrezione, anche se a supporto della tesi va detto che Samsung aveva già più volte dichiarato di essere pronta a dare una seconda chance al suo dispositivo, e che il mese di settembre sarebbe stato potenzialmente quello giusto per il suo arrivo. La storia del telefono del resto è già fin troppo travagliata: atteso letteralmente da anni, Samsung Galaxy Fold sarebbe dovuto arrivare sugli scaffali dei negozi tra aprile e maggio, ma il lancio è stato messo in pausa all'ultimo momento per via di problemi strutturali emersi anche grazie ai test condotti dai primi addetti alle recensioni delle testate internazionali. Da allora gli ingegneri si sono messi al lavoro per correggere i difetti del dispositivo, ritardandone il lancio di diversi mesi.

Un lancio settembrino rischia però di mettere il dispositivo direttamente contro il tris di iPhone di Apple, che saranno svelati a giorni. Samsung potrebbe non voler rischiare che l'attenzione mediatica che inevitabilmente sarà riservata agli iPhone oscuri l'entrata in commercio di uno dei suoi prodotti più importanti degli ultimi anni, motivo per cui anticipare di qualche giorno l'evento della casa di Cupertino avrebbe un senso. Secondo le indiscrezioni il dispositivo dovrebbe vedere la luce inizialmente solo in patria — dove andrà a ruba a prescindere dall'accoglienza riservata agli iPhone — e poi arrivare più in là nel corso del mese anche in Stati Uniti e Cina; se così fosse, il resto del mondo ne avrebbe comunque notizia grazie ai giornalisti che potranno provarlo e riferire le loro impressioni dall'IFA di Berlino che avrà inizio proprio il 6 settembre.