Un gigantesco scandalo ha coinvolto la community online di FIFA: diversi top player mondiali, in una discussione privata sulla piattaforma Discord, si sono messi d'accordo per evitare di scontrarsi direttamente durante le partite, così da assicurarsi in maniera più immediata la vittoria. Chi è avvezzo al gioco di simulazione calcistica targato Electronic Arts sa che ogni fine settimana vengono organizzate partite online da vincere per accedere agli eventi ufficiali e ottenere loot, cioè oggetti di gioco utili a migliorare le statistiche. Ecco, i giocatori incriminati si sono organizzati apposta per evitare di scontrarsi direttamente, e avere facile accesso ai bottini della vittoria.

Lo scandalo è venuto fuori grazie a Nick “RunTheFutMarket”, un rispettabile giocatore di FIFA, che ha divulgato il tutto tramite un video in cui compaiono screenshot della discussione. Il gesto ha portato all'intervento diretto di Electronic Arts, che ha punito con due sospensioni per la qualificazione della Global Series di EA SPORTS FIFA 20 uno dei giocatori coinvolti, ovvero NYC_Chris. Kotaku, uno dei maggiori portali di informazione videoludica, ha ritenuto poco incisiva la punizione da parte dell'azienda, in quanto è probabile aspettarsi il coinvolgimento di più personalità del settore, che al momento pare l'abbiano fatta franca.

Apprendere di questo scandalo dispiace, soprattutto quando è recente la notizia della divulgazione dei principi universali del panorama esport, il cui elemento primario è il rispetto. A quanto pare gli esperti giocatori di FIFA hanno dimenticato cosa vuol dire competere genuinamente online con altri avversari, pur di avere certa la vittoria in tasca. Per questo la scandalo che ha coinvolto il titolo di Electronic Arts lascia l'amaro in bocca. Probabilmente ci saranno altri risvolti della vicenda, specie riguardo all'identità di tutti i giocatori coinvolti.