Le associazioni rappresentanti l'industria videoludica a livello globale, di cui fa parte anche l'Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani (AESVI), si sono riunite per sancire i principi universali su cui si baserà la competizione degli esport, cioè gli sport elettronici (da qui la crasi che dà origine al termine "esport"), in cui gli atleti gareggiano a livello agonistico e professionale tramite i videogiochi. Overwatch, Hearthstone, FIFA, Call of Duty: questi sono solo alcuni esempi di titoli su cui si basano le competizioni internazionali degli esport. Rispetto, inclusività, sicurezza, integrità e fair play sono i pilastri su cui si fonderà il panorama videoludico degli esport, con l'obiettivo di creare un ambiente aperto, leale e divertente, in cui i giocatori di tutto il mondo possono sentirsi incluso.

I quattro principi universali degli esport

L'incontro tra le associazioni del settore ha portato alla stesura di quattro principi universali, i cui dettagli ufficiali sono consultabili qui di seguito:

  • Sicurezza e benessere
    Tutti i membri della comunità esport hanno il diritto di partecipare alle competizioni in ambienti sicuri. In questi ambienti sono banditi comportamenti o linguaggi violenti, che possano sfociare in minacce o molestie.
  • Integrità e Fair Play
    Condanniamo ogni azione volta a barare o a compiere azioni di hacking, così come tutti i comportamenti disdicevoli, ingannevoli o disonesti. Queste pratiche rovinano l'esperienza altrui, avvantaggiano in modo illegittimo squadre e giocatori e minano la credibilità degli esport in generale.
  • Rispetto e Inclusività
    Gli esport promuovono uno spirito di sana competizione. In eventi dal vivo così come online, tutti i membri della comunità esport devono mostrarsi rispettosi e cordiali nei confronti degli altri, che si tratti dei compagni di squadra, degli avversari, dei direttori di gara, degli organizzatori o degli spettatori. Gli esport sono una realtà globale che riunisce giocatori che hanno alle spalle esperienze, culture e prospettive diverse. Crediamo che una comunità di giocatori aperta e variegata contribuisca al successo di questa realtà. Sosteniamo lo sviluppo di un ambiente aperto, inclusivo e accogliente per tutti, a prescindere da genere, età, abilità, razza, etnia, religione o orientamento sessuale.
  • Attitudine al gioco positiva e propositiva
    Gli esport possono aiutare i giocatori a rafforzare l'autostima e la propria cultura sportiva. Inoltre, migliorano la comunicazione interpersonale e il gioco di squadra. Gli esport spingono sia i giocatori che gli spettatori a sviluppare la collaborazione, il pensiero critico e quello strategico. La partecipazione alle competizioni esport può anche portare alla nascita di solide relazioni di amicizia tra compagni di squadra, avversari e membri della comunità nel suo complesso.