Mancano ancora più di due anni all'avvento del prossimo switch off televisivo che renderà obsoleta una buona parte degli attuali televisori e ricevitori televisivi meno recenti. Il passaggio al nuovo digitale terrestre DVB-T2 sarà meno traumatico della prima transizione da segnale analogico a digitale terrestre avvenuta 12 anni fa, ma confonde ugualmente parecchi consumatori che tutt'ora non sanno se dovranno cambiare il proprio televisore oppure no. Fortunatamente a partire da queste ore la risposta si farà più semplice: sia Rai che Mediaset stanno infatti per attivare o hanno già attivato uno speciale canale di trasmissione sulla rete digitale terrestre: sintonizzarvisi rivelerà istantaneamente se il proprio dispositivo va cambiato oppure è già in grado di sostenere il passaggio.

Cosa contengono i canali di test per il nuovo digitale terrestre

La prima emittente ad attivare il proprio canale di test per le trasmissioni nel nuovo standard è stata Mediaset nella giornata di ieri 15 gennaio, mentre domani – il 17 – sarà la volta della Rai. All'interno dei due canali non sono trasmessi veri e propri programmi televisivi, ma semplici cartelli fissi che visualizzano un messaggio testuale. Il flusso video che contiene il messaggio è però già codificato nello standard che a partire dal 2022 sarà l'unico in circolazione, il che significa che poter leggere il messaggio equivale a poter già ricevere – tra due anni – le trasmissioni nel nuovo formato.

Nuovo digitale terrestre: come sapere se il televisore va cambiato

I canali attivati da Rai e Mediaset sono rispettivamente il 100 e il 200 del digitale terrestre, ma prima di effettuare la prova di compatibilità sul televisore di casa occorre effettuare la risintoniziazione dei canali; il processo si può avviare manualmente dalle impostazioni del televisore o del decoder. Al termine, basta sintonizzarsi su uno di questi canali per verificare la compatibilità del dispositivo con il segnale futuro: se sullo schermo appare il cartello con il segnale di test, non occorre sostituire alcunché; se invece lo schermo rimane nero o visualizza un errore, significa che il dispositivo andrà sostituito o abbinato a un nuovo decoder entro giugno del 2022.

In realtà durante la risintonizzazione può capitare che il decoder o il televisore rilevino più trasmissioni che contemporaneamente tentano di posizionarsi sui canali 100 e 200. In questo caso il programma di configurazione chiederà all'utente di risolvere il conflitto decidendo a quale programma dare la precedenza: la scelta va data alle trasmissioni di test, chiamate "TEST HEVC Main 10".