27 Ottobre 2021
16:00

Spedizioni in ritardo, imballaggi introvabili: la crisi del cartone colpisce anche chi compra online

Gli stessi ingredienti alla base della crisi dei chip stanno mettendo sotto stress un altro comparto produttivo: quello del cartone, che viene utilizzato negli imballaggi da spedizione e che è dunque alla base dell’intero settore del commercio online. Gli osservatori si aspettano ritardi nelle consegne e prezzi di spedizione in aumento.
A cura di Lorenzo Longhitano

Tra i suoi numerosi e a volte devastanti effetti, la pandemia di Covid-19 ha insegnato al mondo intero che il sistema globale di scambio e fornitura delle merci non è così solido come sembra superficialmente, e che ritardi e difficoltà produttive legate a un particolare comparto possono avere ripercussioni a catena su interi settori merceologici. È quello che sta accadendo con la crisi dei chip, ed è quello che secondo le testimonianze in arrivo dagli Stati Uniti per accadere con altri sistemi che rischiano a breve di ingolfarsi: quello del cartone per imballaggi e – di conseguenza – quello delle spedizioni.

Un'altra tempesta perfetta

Alcuni degli ingredienti alla base di questa situazione sono gli stessi che hanno portato alla crisi dei chip. I lockdown dell'anno scorso hanno messo fuori gioco una grande quantità dei siti produttivi del materiale, proprio mentre le misure restrittive e la paura del contagio facevano scoprire a decine di milioni di persone il mondo dell'ecommerce e delle spedizioni di beni ordinati online, facendo aumentare a dismisura la richiesta di imballaggi; a fronte di questa improvvisa configurazione di domanda e offerta, i grandi nomi del settore come Amazon sono comunque riusciti a fare incetta di cartone facendo leva sul proprio nome ma contemporaneamente lasciando a secco i concorrenti e mettendo sotto stress la catena produttiva dell'intero comparto già in sofferenza. Avanti veloce di circa un anno, le tempeste invernali che hanno colpito gli Stati Uniti lo scorso inverno hanno rallentato la produzione di alternative di imballaggio plastiche, costringendo a puntare ancora di più su un bene già diventato difficile da reperire.

I rischi per il mercato e per i consumatori

Il risultato rischia di complicare ulteriormente la situazione per tutte le realtà medio-piccole. Con la reperibilità del cartone ai minimi e i prezzi degli imballaggi in aumento, il mercato si dividerà in realtà che potranno permettersi di pagare di più per avere tutti gli imballaggi di cui hanno bisogno, e soggetti che non potranno fare fronte alla stangata se non trasferendo parte dei costi sui clienti. Per i consumatori finali la situazione potrebbe insomma tradursi in un aumento delle tempistiche per la ricezione delle spedizioni o in un maggior costo legato a questa componente del servizio richiesto.

La crisi dei chip colpisce il Natale: ecco le console difficili o impossibili da trovare
La crisi dei chip colpisce il Natale: ecco le console difficili o impossibili da trovare
La crisi dei chip colpisce Apple: potresti non riuscire a comprare facilmente un iPhone13
La crisi dei chip colpisce Apple: potresti non riuscire a comprare facilmente un iPhone13
PlayStation 5 introvabile, la Sony ha deciso: produrrà più PS4
PlayStation 5 introvabile, la Sony ha deciso: produrrà più PS4
0 di Videonews
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni