Da oggi i genitori potranno controllare e limitare l'account TikTok dei loro figli attraverso una nuova funzione che, da remoto, consente di impostare alcune restrizioni sugli account dei più giovani. Si chiama "Family Pairing" ed è una novità che permetterà di collegare l'account di un minore a quello del genitore, che a quel punto potrà disabilitare la ricezione dei messaggi privati, limitare le tipologie di contenuti visualizzabili e impostare un limite massimo di ore giornaliere in cui utilizzare l'applicazione.

L'aggiornamento fa parte di una continua strategia del social network in risposta alle accuse che nel corso dell'ultimo anno sono piovute sull'azienda cinese in merito al trattamento dei dati dei minorenni, il pubblico più ampio all'interno della piattaforma. Dalla multa di 5,7 milioni di dollari comminata nel 2019 dalla Federal Trade Commission per le violazioni delle leggi in merito alla privacy dei più giovani, TikTok ha iniziato a introdurre diverse modifiche all'applicazione per rientrare nel regole e fornire ai genitori maggiore controllo sull'operato dei figli.

Con la novità di oggi, però, la piattaforma rende estremamente più semplice impostare queste limitazioni perché non richiede più l'accesso diretto al telefono e all'account del minore ma, una volta collegati i due profili, permette al genitore di impostare queste regole da remoto direttamente dal proprio account. Per impostare questa funzione basta inquadrare un QR code con la fotocamera. I giovani utenti potranno disabilitare la funzione in ogni momento, ma i genitori riceveranno una notifica e potranno nuovamente riconnettere gli account in caso di disconnessione accidentale. Infine, TikTok ha disabilitato i messaggi privati a tutti gli utenti minori di 16 anni a partire da oggi.