Oltre a Samsung, Huawei e Motorola, anche Microsoft sta per uscire sul mercato con uno smartphone pighevole: si tratta di Surface Duo, un dispositivo rumoreggiato da anni e che la stessa casa di Redmond aveva già anticipato ufficialmente lo scorso autunno. Ora, a quasi un anno di distanza, sembra che il gadget sia pronto a debuttare sul mercato: accadrà il 10 settembre, tra meno di un mese. Per il momento il dispositivo sarà commercializzato nei soli Stati Uniti, al prezzo di 1.399 dollari.

Due schermi diventano uno

L'annuncio lo ha dato la stessa Microsoft in queste ore, aprendo nel contempo in patria le prenotazioni per il dispositivo che si annuncia chiaramente come un prodotto di nicchia. A differenza di quanto avviene per i già prodotti pieghevoli della concorrenza infatti, Surface Duo non è basato su un unico schermo flessibile, ma su due display distinti: i pannelli affiancati tra loro sono separati da una cerniera molto sottile, ma comunque presente e visibile.

Il vantaggio sugli avversari

La soluzione permette sia di utilizzare i due pannelli insieme sfruttando una superficie totale simile a quella di un tablet da 8,1 pollici, sia di farli ruotare a 360 gradi: Surface Duo può cioè chiudersi completamente, come avviene con il Galaxy Fold di Samsung, sia aprirsi del tutto per utilizzare solo uno dei due schermi interni da 5,6 pollici in modalità smartphone, come consente di fare Huawei Mate X. Il tutto senza dover affrontare i problemi di robustezza che hanno caratterizzato la prima generazione di prodotti foldable veri e propri.

Il sistema operativo

Abbandonato il progetto Windows Mobile, Surface Duo è basato sul sistema operativo Android della rivale Google. Nel corso dei mesi Microsoft ha lavorato su una rielaborazione del software della casa di Mountain View che riuscisse a trarre vantaggio dal doppio schermo del dispositivo, ma al di là di un'interfaccia creata appositamente e di un sistema pensato per spostare facilmente le finestre da un display all'altro la compatibilità con le app Android resta assicurata. A questo si unisce il pacchetto completo di applicativi Microsoft presenti per Android: dalla serie Office ad Outlook, passando per OneDrive, OneNote, e Teams.

Le componenti hardware

Trattandosi di un dispositivo basato sul multitasking, Surface Duo incorpora componenti capaci di elaborare grandi quantità di dati. Il processore Snapdragon 855, accompagnato da 6 GB di memoria RAM, è più che sufficiente a gestire in contemporanea tutti gli applicativi, i social network, le pagine web ed eventualmente anche i giochi più recenti, mentre la memoria interna da 128 o 256 GB dovrebbe bastare anche a chi lavora con foto e video. A bordo sono presenti anche lettore di impronte digitali, fotocamera da 11 Mpixel e connettività 4G.

La scommessa di Microsoft

Surface Duo non si propone come un avversario degli smartphone pieghevoli già in commercio, e la vocazione professionale del dispositivo del resto è chiara: si tratta di un gadget con il quale lavorare ed essere più produttivi senza bisogno di avere un laptop poggiato sul tavolo o sulle ginocchia. Per questo i due schermi sono ben separati ma comunque pensati per poter mostrare due app in contemporanea, e ruotati di 90 gradi offrono un'ampia tastiera inferiore per immettere testo nella parte superiore dello schermo; per lo stesso motivo entrambi i display sono compatibili con lo stilo digitale Surface Pen, venduto separatamente dall'azienda.