4 Novembre 2011
13:25

TEDx Firenze, sabato 12 novembre vanno in scena l’innovazione e l’ottimismo

Il TEDx di Firenze (evento ispiranto al TED ma organizzato in maniera indipendente) si terrà sabato 12 Novembre 2011, dalle 14.30 alle 19.30 a Firenze, presso il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio. Due i temi guida della giornata: innovazione e ottimismo, su questi pilastri ruoteranno gli interventi degli speakers: da Jovanotti, a Renzi, passando per Mentana.
A cura di Anna Coluccino
tedx_firenze

Le TED Conference (Technology Entertainment Design) sono nate negli Stati Uniti con l'obiettivo di dare risalto alle "idee che meritano di essere diffuse" e -da qualche tempo- sono approdate anche in Italia. Solo poche settimane c'è stato un TEDx a Reggio Emilia (un TEDx è un evento gestito in maniera del tutto autonoma e indipendente dalla casa madre ma ad essa collegato sia per struttura che per "poetica") e il 12 novembre assisteremo a una nuova edizione delle TED conference all'italiana in quel di Firenze.

Se l'evento di Reggio Emilia è stato contraddistinto da interventi che volevano rispondere alla domanda "Siamo un paese con un grande futuro alle spalle?" quello di Firenze chiede agli speakers che affolleranno dalle il Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio dalle 14:30 alle 19:30 del prossimo 12 novembre di concentrarsi su due temi essenziali: innovazione e ottimismo.

Come nel classico stile delle TED Conference gli speakers invitati a parlare sono personaggi di spicco non solo dell'universo tecnologico, ma del mondo dell'arte e della cultura; si tratta di intellettuali che hanno qualcosa da dire su cosa significa innovazione e su come si posso continuare a coltivare ottimismo.

La struttura dell'evento è sempre la stessa: gli speakers avranno 18 minuti a testa per esporre il proprio pensiero, il minutaggio è stato stabilito sia in base al desiderio di offrire un tempo che consentisse la presentazione di un ragionamento compiuto, sia in base alla necessità di tenere la soglia d'attenzione del pubblico sempre ad altissimi livelli.

Ecco l'elenco degli ospiti/speaker del TEDx di Firenze e una breve battuta sulle loro "intenzioni".

    • Selene Biffi, imprenditrice sociale, fondatrice e presidente di Youth Action for Change. Nella presentazione del suo intervento scrive: "Non bisogna essere straordinari per fare cose straordinarie, ognuno di noi può cambiare quello che non va".
    • Monica Guerritore, attrice di fama impegnata nel sociale, presenta così le ragioni della sua partecipazione all'evento: "Ho sempre cercato di raccontare donne alle quali mancasse ‘qualcosa' che desiderassero ‘qualcosa' che avessero perso ‘qualcosa'".
    • Lorenzo Jovanotti Cherubini, che no ha bisogno di presentazioni e che scrive: "L'ottimismo è la mia forma di resistenza. In Nord Africa i ragazzi fanno la rivoluzione, chiedono democrazia, istruzione, di poter fare all'amore, ascoltare musica, conoscere il mondo. Anche per questo abbiamo il dovere morale di essere ottimisti".
    • Enrico Mentana, tra i più celebri e stimati giornalisti italiani: "Fare il giornalista è il compimento di una passione che si alimenta soltanto della nostra curiosità, del bagaglio culturale che ci siamo fatti, della nostra voglia matta di capire, prima ancora che di spiegare".
    • Matteo Renzi, sindaco di Firenze e ‘rottamatore': "L'ottimismo oggi sembra volgare. Sembra fuori moda. A Firenze, per tornare da dove siamo partiti, gli ottimisti corrono il forte rischio di "passare da bischeri". E tuttavia credo che anche questo rischio vada corso".
    • Marco Boglione, imprenditore italiano, fondatore e presidente di BasicNet SpA, si presenta parafrasando un vecchio adagio in chiave 2.0: "Le cose non succedono veramente se non accadono on line".
    • Rodolfo Fiesoli, educatore e fondatore de ‘Il Forteto': "La Scuola sembra abbia dimenticato il nucleo significativo della sua missione originale, costituito dal primato della relazione educativa".
    • Maurizio Seracini, ingegnere per la diagnostica dei Beni Culturali: "Ogni restauro è un’interpretazione.Soltanto se preceduto da una seria diagnosi si può trattare di un restauro filologico; è necessario affiancare al lavoro del restauratore un controllo di tipo scientifico per evitare le interpretazioni soggettive".
    • Federico Biondi, new media developer: "Internet dovrebbe essere il luogo della libertà, della democrazia e della globalità per eccellenza. Purtroppo l’informazione sul web risponde solo in maniera parziale a questi obiettivi ideali".
    • Franco Cervelli, fisico nucleare: "Dove è finita l'antimateria che era nello spazio appena dopo il Big Bang? Rispondere a questi quesiti vuol dire avvicinarsi alla scoperta di un processo volto alla creazione di energia in modo naturale e all'infinito".
    • David Battistella, regista: "La tecnologia è un'estensione di tutte le cose per cui viviamo. E' importante come l'amore, la cittadinanza, la vita sociale".

Ma oltre alla notevole carrellata di ospiti e interventi, il TEDx di Firenze riserva anche un'altra bella sorpresa: la gratuità. L'evento, infatti, è eccezionalmente aperto a chiunque desideri partecipare, ma i posti sono limitati (450) e per tanto occorre iscriversi a partecipare compilando l'apposito form.

Working Capital Tour: gran finale a Torino
Working Capital Tour: gran finale a Torino
Il Big Bang di Renzi passa anche per l'innovazione: gli interventi di Luna e Quintarelli
Il Big Bang di Renzi passa anche per l'innovazione: gli interventi di Luna e Quintarelli
A Roma al via gli Stati Generali dell'Innovazione: “Metti in agenda il futuro del Paese”
A Roma al via gli Stati Generali dell'Innovazione: “Metti in agenda il futuro del Paese”
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni