20 Gennaio 2011
18:45

Telecom Italia presenta Hub ed Eraclito, un nuovo blog a cura di Massimo Mantellini

Telecom Italia lancia un hub di aggregazione tematica dal quale sarà possibile tenere sotto controllo tutte le attività del gruppo e, in più, apre il corporate blog Eraclito che si propone di dare inizio ad una piccola rivoluzione nel settore.
A cura di Anna Coluccino
eraclito

Telecom Italia apre il primo hub che intende accorpare tutte le notizie, le iniziative e i progetti che ruotano intorno alla più grande azienda di telecomunicazioni italiana. Grazie a questo strumento sarà possibile tenersi informati non solo su tutto ciò che riguarda Telecom Italia e Tim, ma anche su La7, Impresa Semplice, Working Capital e moltissimo altro ancora.

Ma non è tutto, insieme all‘hub in questione nasce Eraclito: un blog che vuole essere molti più di un blog.

Sarà Massimo Mantellini, apprezzatissimo blogger d'area tech ed editorialista per Punto Informatico, L'Espresso e IlSole24ore, a gestire Eraclito il nuovo spazio promosso da Telecom Italia dedicato al mondo del web, alle nuove tecnologie e tutto ciò che ruota intorno alla rete.  Secondo la descrizione che lo stesso Mantellini fa del progetto, attraverso il suo  blog, Eraclito è il tentativo di "mediazione fra i temi e le discussioni che nascono in rete a riguardo della più grande azienda delle comunicazioni italiana e l’azienda stessa" e ancora "si tratta di un blog in fondo, all’interno di un progetto più ampio di ascolto delle conversazioni di rete […] Ma si tratta, ancora prima di uno strumento editoriale, di un grande orecchio che intende dare visibilità a molte discussioni che oggi restano confinate ll’interno di strumenti di relazione sociale come i blog, Facebook o Twitter".

Insomma, sembra proprio che, servendosi della decennale esperienza di Mantellini, Telecom Italia intenda assestare un altro giro di vite al suo rapporto con i clienti e, più in generale, con tutti gli italiani. Il tutto parte da un presupposto molto semplice: "Le aziende sono interessate a quel che si dice di loro in rete" ma è pur vero che c'è un'abissale differenza tra "l’origliare e il proporsi come interlocutore dialogante" e, sebbene non sia affatto un'impresa semplice, è esattamente questo che Eraclito si propone di diventare: un punto di contatto che aspira a diventare collante, un luogo di mediazione e d'incontro che aspira a diventare il salotto privilegiato (e affatto snob) della discussione sul futuro tecnologico di questo nostro paese.

L'esperienza dei corporate blog non è sempre stata granché fruttuosa, ma Eraclito parte da un presupposto diverso: Eraclito è orecchio, non bocca, e quindi ascolta prima di parlare, ed ecco perché -forse- riuscirà a trovare il polso della rete, a sentirne il battito, ad anticiparne gli interessi e, solo alla fine, alla luce di tutto quello che avrà scoperto, saprà comunicare le intenzioni e i progetti dell'azienda a cui fa riferimento.

Si tratta di un progetto che, pur inserendosi nell'ormai classica tradizione del corporate blog, intende innovare non poco il settore. La responsabilità editoriale del progetto, infatti, è del tutto affidata a Mantellini, senza alcuna intrusione da parte di Telecom "La scommessa di fondo di Eraclito" afferma il giornalista "è quella di creare un filtro editoriale terzo. Partendo dalle conversazioni raccolte in rete (di cui l’hub che apre oggi è un esperimento di aggregazione tematica) e dalle informazioni riportate dall’azienda stessa o comparse sui media, il tentativo è quello di rappresentare il ‘tutto scorre' dei temi che circondano Telecom Italia e la rete".

Limitazioni di banda per il p2p: Telecom risponde su Eraclito
Limitazioni di banda per il p2p: Telecom risponde su Eraclito
Il regista Sam Mendes firma il nuovo spot Telecom Italia
Il regista Sam Mendes firma il nuovo spot Telecom Italia
Telecom e le limitazioni di banda per il p2p: Mizzi risponde su Eraclito
Telecom e le limitazioni di banda per il p2p: Mizzi risponde su Eraclito
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni