Opinioni
19 Dicembre 2013
20:05

Unione Europea: la Web Tax “viola le libertà fondamentali”

Iniziano ad arrivare le prime critiche da Bruxelles sulla discutissima Web Tax. A parlare è Emer Traynor, portavoce del commissario UE per la Fiscalità e l’unione doganale.
A cura di Dario Caliendo

Il portavoce del commissario UE per la Fiscalità e l'unione doganale si è – finalmente – espresso sulla questione Web Tax (ribattezzata Spot Tax)"Contraria alle libertà fondamentali e ai principi di non discriminazione dei trattati" ha commentato al Corriere delle Comunicazioni Emer Traynor, che condivide dunque la bocciatura dell'ufficio studi della Camera che ritiene l'emendamento "non compatibile con le normative su libera circolazione di beni e servizi".

"Invitiamo il governo italiano ad assicurare che ogni nuova misura legislativa sia appieno compatibile con il diritto europeo", continua Traynor, proprio nelle ora in cui a Montecitorio si preparano a dare il via libera definitivo alla Legge di Stabilità. A Bruxelles non hanno ancora analizzato il testo finale dell'emendamento, procedura ovviamente necessaria e fondamentale per poterne dare un'opinione definitiva, "Tuttavia, abbiamo seri dubbi sull'emendamento per come si presenta attualmente" conclude il portavoce del commissario UE.

E’ un giudizio indubbiamente prudente ed in un certo senso prevedibile, il cui impatto è però importante, proprio perché previene dal cuore dell'Unione Europea, continuamente chiamata in causa nel dibattito.

Forbes contro la Web Tax:
Forbes contro la Web Tax: "è illegale"
Web Tax ridimensionata e ribattezzata: si chiamerà Spot Tax
Web Tax ridimensionata e ribattezzata: si chiamerà Spot Tax
Google Tax, ritirato l'emendamento alla Legge di Stabilità
Google Tax, ritirato l'emendamento alla Legge di Stabilità
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni