whatsapp motore bufale

Oltre a mettere in contatto amici, colleghi e parenti, WhatsApp è da tempo anche veicolo di minacce informatiche e truffe dalle quali guardarsi attentamente; l'ultimo allarme che si sta diffondendo al suo interno però non ha alcun fondamento. Nelle ultime ore sta circolando di contatto in contatto — attraverso la funzione di inoltro dei messaggi — un avviso che mette in guardia contro presunti virus contenuti nelle foto di buongiorno e buonanotte che ogni giorno migliaia di utenti si inviano a vicenda: il messaggio è frutto di fantasia, non si riferisce ad alcun pericolo reale e si può considerare come una vera e propria bufala.

Il contenuto della bufala su WhatsApp

Il messaggio chiede agli utenti che lo ricevono di smettere di inviare foto del buongiorno e della buonanotte, e di avvisare tutti i contatti nella propria lista a fare altrettanto. Parla di un presunto virus nascosto in alcune di queste immagini e capace di cancellare tutti i contenuti dello smartphone, e fa riferimento a fantomatici servizi su tutti i canali e telegiornali nazionali, concludendo con un appello finale: da ora in poi, comunicare esclusivamente tramite parole scritte.

Perché la bufala si sta diffondendo

Non è la prima volta che un messaggio simile circola online senza fondamento, ma in questi giorni la bufala sta conoscendo una nuova giovinezza perché modificata ad arte per accodarsi a una vicenda reale che ha visto per protagonista proprio WhatsApp: si tratta della scoperta, nel codice sorgente della piattaforma, di una falla che permette ad apparati di intelligence facoltosi e determinati di installare software spia sul telefono di una vittima sfruttando la funzione di chiamate vocali dell'app. Fanpage.it ne ha parlato nel dettaglio poco tempo fa, così come tutti i telegiornali: il riferimento ai TG che si legge nel testo della bufala è pensato proprio per confondere le idee a chi riceve il messaggio che, ricordando vagamente di aver sentito qualcosa di simile in televisione, si convince così della veridicità di un fatto inventato.

Realtà e finzione

L'unica minaccia reale infatti è la seconda, ed è una minaccia comunque remota per la maggior parte delle persone; per neutralizzarla, basta aggiornare l'app all'ultima versione disponibile. Per quel che riguarda i virus contenuti nelle immagini di buongiorno e buonanotte invece non c'è niente da temere: fotografie e video non possono contenere malware capaci di danneggiare il telefono e i suoi contenuti. L'ipotesi più plausibile è che qualcuno abbia messo in circolazione la bufala perché stanco di ricevere auguri di buongiorno e buonanotte in questo modo — una consuetudine che può non piacere ma che aiuta milioni di persone su WhatsApp a tenersi in contatto.