893 CONDIVISIONI
Opinioni
18 Gennaio 2016
12:21

WhatsApp eliminerà il costo annuale di 89 centesimi

WhatsApp, la popolare applicazione per la messaggistica istantanea ora di proprietà di Facebook, ha annunciato che eliminerà il costo annuale di 89 centesimi. Lo ha rivelato lo stesso fondatore del servizio, Jan Koum, durante la conferenza DLD che si sta svolgendo in queste ore a Monaco.
A cura di Marco Paretti
893 CONDIVISIONI

WhatsApp, la popolare applicazione per la messaggistica istantanea ora di proprietà di Facebook, ha annunciato che eliminerà il costo annuale di 89 centesimi. Lo ha rivelato lo stesso fondatore del servizio, Jan Koum, durante la conferenza DLD che si sta svolgendo in queste ore a Monaco. Attualmente l'applicazione può essere scaricata gratuitamente dai principali negozi digitali, ma per funzionare richiede il pagamento di 89 centesimi all'anno, escluso il primo. Un elemento forse di poco conto visto che l'app permette a chiunque di massaggiare gratuitamente per un anno ad un prezzo irrisorio, ma che, vista anche l'acquisizione da parte del social network, risulta ormai obsoleto e limitante.

"Il servizio è incredibilmente popolare e ad oggi ha oltre 900 milioni di utenti attivi ogni mese" ha spiegato Koum durante il suo intervento. "Rimuovere il pagamento annuale ci aiuterà a far crescere l'applicazione e il bacino d'utenza ancora più velocemente". Sebbene si tratti di una cifra irrisoria, infatti, gli 89 centesimi richiedono l'associazione di una carta di credito al proprio account per poter effettuare il pagamento. Un elemento che potrebbe rappresentare una limitazione per alcuni utenti, soprattutto quelli localizzati nei paesi in via di sviluppo, che peraltro rappresentano il prossimo grande mercato per le aziende tecnologiche.

whatsapp 99 centesimi

Ora resta da capire come WhatsApp monetizzerà il proprio servizio d'ora in avanti. Solitamente Facebook genera ricavi dai propri prodotti analizzando e raccogliendo i dati degli utenti per poi vendere spazi pubblicitari, un approccio funzionale su un social network ma non all'interno di un'applicazione come WhatsApp. Una strada poco percorribile anche visto il grande numero di concorrenti che potrebbero essere pronti ad accogliere eventuali utenti scontenti della presenza di banner o altri elementi pubblicitari all'interno dell'app. Per il momento l'azienda si è limitata a specificare che cercherà di esplorare nuovi modi per mettere in comunicazione i business con le persone, ma che questa nuova strada è ancora in una fase molto acerba. Per il momento, quindi, potremo goderci WhatsApp in forma totalmente gratuita.

893 CONDIVISIONI
Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Mark Zuckerberg:
Mark Zuckerberg: "60 miliardi di messaggi al giorno su Facebook Messenger e WhatsApp"
WhatsApp vs Telegram: così sta cambiando il mondo della messaggistica istantanea
WhatsApp vs Telegram: così sta cambiando il mondo della messaggistica istantanea
WhatsApp, attenzione alla falsa email: è un virus
WhatsApp, attenzione alla falsa email: è un virus
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni