L'8 Aprile sarà ricordato nella storia della tecnologia. Poichè sarà quello il giorno in cui, dopo più di dodici anni di servizio, si chiuderà definitivamente il ciclo di vita di Windows XP, il sistema operativo più longevo e diffuso di Microsoft. Ad annunciarlo è stata la stessa azienda di Redmond, che con un comunicato ufficiale pubblicato ad un anno esatto dall'addio ufficiale, chiude definitivamente lo sviluppo ed il supporto alla sua creatura più famosa e diffusa: "E' arrivato momento di passare ad un più moderno sistema operativo Windows e modernizzare l'infrastruttura IT".

Un cambiamento importante, che influenzerà tantissimi utenti di tutto il mondo: si stima che Windows XP sia attualmente utilizzato da oltre il 30% dei computer in tutto il pianeta, secondo solo a Windows 7 (che è installato sul 47% dei personal computer), ma senza dubbio preferito rispetto a Windows 8, che è attualmente installato solo sul 7% dei computer di tutto il mondo. Statistiche che sono strettamente legate al costo delle nuove versioni dei sistemi operativi ed alla potenza dei personal computer di vecchia data, macchine che ad anni di distanza sono ormai diventate obsoleti: poco potenti per supportare le nuove versioni del sistema operativo di Microsoft ed a breve non più supportate dall'azienda soprattutto per quel che riguarda gli aggiornamenti relativi alla sicurezza. Uno scenario che le renderà il perfetto obiettivo per hacker e malintenzionati.

IL PROBLEMA DEI BANCOMAT – In tutto il mondo sono distribuiti più di due milioni di Bancomat, e solo un terzo del 95 percento deli ATM che utilizza Windows XP come sistema operativo verrà aggiornato a Windows 7 entro inizio Aprile: si tratta di un dato sconcertante, che metterebbe a serio rischio la sicurezza di tantissimi sistemi di distribuzione automatica delle banconote.

Fortunatamente l'azienda di Redmond, per bloccare eventuali tentativi di attacchi informatici , ha sottoscritto un accordo con alcuni dei più importanti istituti bancari, assicurando la distribuzione delle patch di sicurezza per Windows XP fino a quando il processo di aggiornamento non sarà completo.

Un accordo milionario ma anche un'opportunità per introdurre nuove funzionalità, la cui cifra non è stata ancora resa nota ma che si stima possa essere molto vicina ai cento milioni di dollari per le sole cinque maggiori banche del Regno Unito (Lloyds Banking Group, Royal Bank of Scotland, HSBC, Barclays e Santander UK), che attualmente possiedono un totale di ventisemila Bancomat.