In occasione dell'annuncio dei risultati finanziari relativi al Q2 2015, il nuovo CFO di Google, Ruth Porat, ha rilasciato alcune statistiche sull'utilizzo della piattaforma di video sharing YouTube. Secondo quanto riportato da Porat, nel corso degli ultimi mesi il noto sito web ha registrato una grossa crescita con il tempo di riproduzione cresciuto del 60% rispetto al 2014. Questi risultati sono stati possibili soprattutto grazie al forte utilizzo della piattaforma attraverso le applicazioni per smartphone e tablet, dove nell'ultimo anno il volume e il tempo delle visualizzazione dei filmati sono più che raddoppiati. Grazie ai nuovi smartphone che dispongono di display sempre più grandi e la grande diffusione della rete 3G e delle connessioni WiFi, gli utenti utilizzano sempre più spesso i dispositivi mobili per collegarsi alla rete e visualizzare video da piattaforme come YouTube. Inoltre una grande importanza sull'espansione di questa piattaforma è stato possibile grazie ai social network che permettono ai video di diventare virali e vengono quindi condivisi da numerosi utenti.

Entrando più nel dettaglio, il nuovo CFO di Google ha sottolineato che una sessione media di riproduzione su un dispositivo con display toichscreen dura circa 40 minuti. A favorire l'utilizzo di questa piattaforma anche i recenti progetti YouTube Kids, una versione realizzata ad-hoc per essere utilizzata dai più piccoli per vedere cartoni animati e filmati adatti ad un pubblico di minori e YouTube Gaming, il servizio di streaming videoludico che sfida Twitch. Insomma, nonostante Facebook sta lavorando per migliorare i video caricati sul social network, il colosso di Mountain View sta dimostrando di avere ancora il giusto potenziale per competere con la piattaforma di Mark Zuckerberg che proprio nelle ultime ore ha rilasciato un nuovo pulsante "Guarda più tardi" che permette a tutti gli iscritti di salvare i video in una pagina dedicata così da poterli visualizzare in un secondo momento.