30 Ottobre 2014
17:36

YouTube studia un abbonamento a pagamento senza pubblicità

Secondo quando afferma il Wall Street Journal, il CEO di YouTube Susan Wojcicki starebbe pensando di attivare un abbonamento a pagamento sul noto portale di video sharing.
A cura di Matteo Acitelli

Secondo quando afferma il Wall Street Journal, il CEO di YouTube Susan Wojcicki starebbe pensando di attivare una serie di abbonamenti a pagamento sul noto portale di video sharing acquisito da Google nel 2006 per 1,65 miliardi di dollari. Sono mesi che si vocifera sulla rete di una possibile nuova strategia di business per il noto portale di video ed ora le voci sarebbero state confermate dal team di YouTube in persona. Non sono stati ancora diffusi i dettagli di questi possibili abbonamenti a pagamenti per YouTube, molto probabilmente YouTube lascerà ai propri utenti la possibilità di continuare ad utilizzare la piattaforma in maniera free, mantenendo attivi banner pubblicitari e pre-roll nei video e, in alternativa, attraverso la sottoscrizioni ad un abbonamento mensile o annuale, la visione di video senza pubblicità.

Non è chiaro se i nuovi abbonamenti per YouTube consentiranno di usufruire anche di altri incentivi per spingere gli utenti ad abbonarsi o se si limiteranno ad eliminare la pubblicità all'interno del portale. Quello che è chiaro è che YouTube vuole aumentare i profitti e per farlo deve trovare nuove strade.  Visto l'utilizzo da parte di molti utenti di plugin come AdBlock, è difficile pensare che l'abbonamenti Premium per YouTube consentirà di usufruire solo di video senza pubblicità, perché questo non sarà sufficiente a catturare un buon numero di abbonamenti. Tra le altre novità che si vociferano per la piattaforma video YouTube si parla infatti di un possibile nuovo servizio che consentirà di ascoltare musica in streaming con un sistema molto simile a quello già offerto da Spotify e, anche in questo caso, un servizio Premium che consentirà di ascoltare musica senza interruzioni pubblicitarie. Vedremo dunque se Google riuscirà a chiudere accordi commerciali con le case discografiche per lanciare questo nuovo servizio che, secondo i rumor, dovrebbe fare la comparsa ad inizio 2015. Ed in attesa di scoprire quali novità ci riserverà YouTube per il nuovo anno, oggi il video player del portale è stato aggiornato per consentire a tutti gli utenti di poter caricare video in HD e Full HD a 60 fps.

Telegram diventa a pagamento, ma solo in questo caso
Telegram diventa a pagamento, ma solo in questo caso
Music Key, YouTube ha presentato il suo servizio di streaming musicale
Music Key, YouTube ha presentato il suo servizio di streaming musicale
Un sito di incontri ha utilizzato profili falsi per indurre gli utenti ad acquistare un abbonamento
Un sito di incontri ha utilizzato profili falsi per indurre gli utenti ad acquistare un abbonamento
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni