4 Novembre 2021
16:54

2K potrebbe sviluppare FIFA al posto di EA Sports

Sulla questione FIFA, il CEO di Take-Two si è soffermato su Top Eleven, videogioco di calcio gestionale sviluppato dalla compagnia e riservato al pubblico mobile, aggiungendo: “Questo è un grande passo avanti per noi… non abbiamo mai trattato questo sport prima d’ora. E ehm, penso che mi fermerò qui per oggi”. Una risposta fumosa, che però ben si inserisce nell’attuale situazione in cui si ritrovano EA Sports e la FIFA.
A cura di Lorena Rao

In occasione della conferenza sui risultati finanziari organizzata da Take-Two, grande compagnia videoludica statunitense, è ritornata a galla la questione che vede la possibile fine della collaborazione tra EA Sports e la FIFA per lo sviluppo dell'omonima serie videoludica. Entrando più nel dettaglio, all'evento è stato chiesto al CEO Strauss Zelnick che ne pensa della questione e se la compagnia sarebbe interessata ad acquisire la licenza di FIFA. In questo caso lo sviluppo andrebbe a 2K Sports, ramo di Take-Two dedicato ai videogiochi sportivi. Al momento l'unico titolo calcistico pubblicato dalla compagnia è Top Eleven, un gestionale sviluppato da Nordeus disponibile sui dispositivi mobile. Per il resto, il nome di Take-Two è legato soprattutto al basket, con la serie videoludica NBA 2K.

Sulla questione FIFA, come riportato da VGC, Zelnick si è soffermato sul lavoro svolto da Nordeus per Top Eleven, aggiungendo: “Questo è un grande passo avanti per noi… non abbiamo mai trattato questo sport prima d'ora. E ehm, penso che mi fermerò qui per oggi". Una risposta fumosa, che però ben si inserisce nell'attuale situazione in cui si ritrovano EA Sports e la FIFA.

Dopo il lancio di FIFA 22, la compagnia ha diffuso un comunicato in cui veniva segnalata la volontà di cambiare nome alla serie. La settimana dopo sono trapelati dei documenti depositati nel Regno Unito in cui compariva il nome EA Sports FC. In seguito è stata la volta della FIFA che, sempre tramite comunicato, ha annunciato di essere in contatto con nuovi team di sviluppo e professionisti del settore per la costruzione di un futuro al lungo termine. Secondo un rapporto del New York Times, la disputa tra EA Sports e FIFA è dovuta alla cifra richiesta dalla federazione per l'acquisizione dei diritti di denominazione FIFA, ammontabile a 2,5 miliardi di dollari per i prossimi dieci anni. Considerato che nel 2022 l'accordo tra le parti dovrebbe cadere, si spiega l'attuale necessità di EA Sports di svincolarsi dalla FIFA.

Riguardo i diritti sportivi, Electronic Arts (EA, compagnia madre di EA Sports) e Take-Two sono spesso entrate in competizione per l'ottenimento dei diritti sportivi: l'anno scorso 2K Sports ha pubblicato PGA Tour 2K21, dopo il precedente monopolio di EA durato venticinque anni. Tutto ciò apre un'ulteriore incognita sul futuro dei videogiochi FIFA, che paradossalmente con FIFA 22 ha raggiunto ottimi traguardi. Non solo è tra i titoli più remunerativi del semestre per EA, ma continua ad accogliere corposi aggiornamenti per garantire realismo e immersione al centro del campo.

EA Sports cambia nome ai videogiochi di calcio? La FIFA potrebbe scegliere nuovi team di sviluppo
EA Sports cambia nome ai videogiochi di calcio? La FIFA potrebbe scegliere nuovi team di sviluppo
Ecco come potrebbero chiamarsi i prossimi videogiochi di calcio FIFA
Ecco come potrebbero chiamarsi i prossimi videogiochi di calcio FIFA
Quali squadre di Serie A non hanno la licenza in FIFA 22
Quali squadre di Serie A non hanno la licenza in FIFA 22
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni