4 Ottobre 2021
16:21

FIFA 22 contro eFootball 2022: tutte le differenze delle simulazioni calcistiche

FIFA 22 o eFootball 2022? Ecco l’annuale sfida tra i due titoli di simulazione calcistica più importanti del panorama videoludico. Una sfida accesa più che mai dalla rivoluzione attuata da Konami per il suo ex-PES. Di seguito tutte le differenze tra FIFA 22 ed eFootball 2022, per capire quale tra i due è più adatto alla propria idea di calcio.
A cura di Lorena Rao

Adesso che FIFA 22 ed eFootball 2022 sono disponibili su console e PC, è iniziata l'annuale sfida che mette in paragone le due simulazioni calcistiche più importanti del panorama videoludico. Una sfida che però quest'anno è accesa più che mai, resa tale soprattutto dalla rivoluzione attuata da Konami per il suo ex-PES. Da una parte abbiamo quindi un nuovo capitolo che punta tutto sul concetto di realismo e immersione grazie a un miglioramento tecnico e al consolidamento delle sue modalità; dall'altra un titolo che stravolge la sua struttura, basata su costanti aggiornamenti sul lungo periodo. Di seguito tutte le principali differenze tra FIFA 22 ed eFootball 2022, per capire quale tra i due è più adatto alla propria idea di calcio videoludico.

Struttura e Modalità

FIFA 22 si presenta in maniera tradizionale, ossia tramite una nuova edizione con contenuti aggiornati e migliorati. Disponibile su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S, PC e Stadia, sia in versione fisica che digitale, si propone come il classico appuntamento annuale con le dovute migliorie, considerato che si tratta dell'esordio effettivo su console next-gen. Al suo interno vi sono le modalità che caratterizzano la serie negli ultimi anni: da FUT, passando per Carriera, fino ad arrivare a Volta e Division Rivals.

A cambiare del tutto è PES, che da quest'anno stravolge non solo il nome ma l'intera struttura di gioco. eFootball 2022 è infatti un free-to-play, disponibile gratis su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S e PC, esclusivamente in versione digitale. Al momento si presenta come una sorta di demo, con nove club giocabili e la possibilità di giocare in mutiplayer locale e online (quando funzionano i server). Verrà supportato nel corso del tempo dal team di sviluppo, tramite aggiornamenti e aggiunte di contenuti, alcuni dei quali a pagamento via transazioni in-game. Il primo grande aggiornamento è previsto il prossimo 11 novembre e introduce la modalità Creative Team, che sembra essere ispirata a FUT di FIFA.

Grafica

Sul fronte grafico, FIFA 22 gioca la carta della tecnologia HyperMotion, che porta su schermo oltre 4000 animazioni nuove, catturate nel modo più performante possibile. Come detto prima, si tratta dell'esordio sulla next-gen per il titolo di EA Sports, ciò spiega perché l'HyperMotion è un'esclusiva delle edizioni di gioco riservate a PS5, Xbox Series X|S e Stadia. I volti di calciatori, così come i loro corpi, sono riprodotti con grande fedeltà. Una cura che quest'anno coinvolge finalmente anche il pubblico sugli spalti, proprio per esaltare l'immersione dentro il campo di calcio.

Al contrario, eFootball 2022 mostra una serie di lacune grafiche. Il giorno del lancio, risalente al 30 settembre scorso, la rete è stata invasa da meme e video ironici sulle facce e le animazioni dei calciatori, totalmente sproporzionate. Considerato che anche per eFootball 2022 si tratta di un'esordio next-gen, il risultato è molto deludente. La situazione ha costretto Konami a pubblicare un messaggio di scuse per lo stato in cui versa il gioco, in cui si chiede tra l'altro pazienza, perché è col tempo che il titolo guadagnerà in termini di quantità e qualità dei contenuti. Per questo è cruciale dare il massimo supporto al team di sviluppo tramite feedback e partecipazione ai sondaggi.

Gameplay

FIFA 22 si presenta con una serie di migliorie che vanno a toccare il gameplay. A partire dall'intelligenza artificiale, che comprende compagni di squadra, avversari e, soprattutto, i portieri. Ciò comporta una maggiore fluidità d'azione, che però a volte esaspera la velocità dei ritmi di gioco, allontanandosi dal concetto di realismo. Miglioramenti anche per quel che riguarda il controllo della palla, grazie a nuovi comandi come l'Explosive Sprint. Differentemente, il tipo di gioco offerto da eFootball 2022 è più lento, ragionato e realistico. Si tratta dell'unico aspetto, forse, che il titolo mantiene dalla tradizione PES. È ciò che lo contraddistingue da FIFA, votato invece sempre più alla velocità.

Licenze

Riguardo le licenze, FIFA 22 resta il titolo più completo, con 17.000 giocatori, 700 squadre, 90 stadi e 30 campionati, tutti ufficiali. Tuttavia vi sono delle grosse mancanze: niente Juventus, AS Roma, SS Lazio e Atalanta sul titolo di EA Sports, bensì Piemonte Calcio, Roma FC, Latium e Bergamo Calcio. I club italiani citati sono esclusiva di eFootball 2022, ai quali dal 2023 si aggiungerà anche l'SS Calcio Napoli.

Quali squadre di Serie A non hanno la licenza in FIFA 22
Quali squadre di Serie A non hanno la licenza in FIFA 22
Il nuovo eFootball 2022 (PES) è gratis, ma è un disastro
Il nuovo eFootball 2022 (PES) è gratis, ma è un disastro
188 di Videonews
eFootball 2022 è ancora un disastro: rimandato l'aggiornamento, alcuni utenti saranno rimborsati
eFootball 2022 è ancora un disastro: rimandato l'aggiornamento, alcuni utenti saranno rimborsati
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni