Qualche tempo fa, per lanciare il formato 4K, una nota marca di televisori rese virale un video: durante un colloquio di lavoro, il candidato fugge terrorizzato perché da quella che sembra una finestra – ma in realtà è un televisore 4K Ultra HD – vede le immagini di un'invasione aliena. Un po’ come avvenne alla proiezione del primo film della storia, L'arrivo di un treno alla stazione di La Ciotat dei Fratelli Lumiere, quando gli spettatori pensarono che il treno sullo schermo li avrebbe investiti e scapparono dalla sala cinematografica.

Il grande cinema nel salotto di casa

Realismo estremo: in sole due parole ecco spiegato il senso del 4K, o Ultra HD, il formato che ha entusiasmato i cinefili più accaniti, gli appassionati di eventi sportivi e i patiti di tecnologia che guardano con interesse a ogni progresso nel campo dell'intrattenimento. Con il 4K, il livello di dettaglio è incredibile e a giovarne sono i contrasti e le nuance che scorrono sullo schermo, non solo quello cinematografico, ma anche e soprattutto quello del salotto di casa.

La differenza fra 4K e Ultra HD

Con 4K si intende la quantità di pixel – i puntini digitali – che creano l’immagine sullo schermo cinematografico, e che è pari a 4.096 x 2.160 pixel. Il 4K che si utilizza sui TV viene chiamato Ultra HD e ha un numero di pixel leggermente inferiore (pari a 3.840 x 2.160), ma può vantare una sorta di natura “liquida” quando è abbinato ai recenti pannelli OLED. Il passo avanti rispetto allo stadio precedente, rappresentato dal Full HD (1.920 × 1.080 pixel) è che il numero dei pixel presente nell’area dello schermo è quadruplicato, ed è talmente palese che è facilmente percepibile a occhio nudo.

Una piattaforma satellitare da Champions

Il 4K è ormai fruibile da parte dei televisori, e molti contenuti sono girati con questa definizione, e risultano visibili sia sui canali pay che su Tivùsat, la piattaforma satellitare gratuita italiana che, oltre a replicare i canali generalisti e i nuovi canali televisivi nazionali e internazionali, ha il grande vantaggio di far arrivare il segnale televisivo a chi ha problemi di ricezione. Tivùsat conta oltre 4 canali in 4K (che si aggiungono ai 47 in HD) e fra questi c'è Rai 4K, il canale Rai dedicato alla sperimentazione di questo formato, che ha già trasmesso eventi come L'amica geniale, la serie tratta dai best seller di Elena Ferrante, Meraviglie – La penisola dei tesori, di e con Alberto Angela, e le partite di Uefa Champions League, tra cui la finale tra Liverpool e Tottenham.

Gioca con Tivùsat

Godersi i contenuti di Tivùsat è semplicissimo, e soprattutto non vincola ad alcun tipo di abbonamento mensile. Bastano un dispositivo certificato Tivùsat (televisore 4k con CAM o decoder 4k), una parabola satellitare puntata su Eutelsat 13° Est e la smartcard inclusa nel decoder o nella CAM tivùsat. Quest'anno, poi, Tivùsat compie 10 anni e festeggia indicendo un concorso aperto a tutti che mette in palio tanti premi, come TV 4K, cuffie e biglietti per concerti. Giocare è semplice, come godersi film ed eventi con un'esperienza di visione mai provata prima.