maturità-applicazioni

C'è un'applicazione per tutto, anche per la maturità. I bigliettini e i piccoli libricini che un tempo popolavano le case dei maturandi hanno ormai lasciato il posto, come molte altre cose, all'avanzata della tecnologia e degli smartphone, sostituiti dalle applicazioni che ormai possono aiutarci in ogni frangente della vita, anche lo studio. I "bignami 2.0" non aiutano solo a ripassare gli argomenti, ma grazie all'approccio interattivo possono aiutare gli studenti a realizzare mappe concettuali, traduzioni e analisi del testo più efficaci. Ecco alcuni consigli per affrontare in maniera più tecnologica la maturità 2016.

La tesi

Uno degli elementi più complessi da gestire prima degli esami: la stesura della tesina non richiede solo uno studio approfondito e la redazione di un lungo testo, ma anche e soprattutto una buona preparazione concettuale composta da collegamenti e mappe concettuali. Ad aiutare i maturandi in questo compito ci pensano applicazioni come Mental, Mindomo e MindMapper, tutte soluzioni che offrono l'esportazione delle mappe in varie tipologie di file e il salvataggio dei documenti sul cloud.

Latino e greco

Le versioni rappresentano sicuramente un importante scoglio da superare prima di arrivare all'ambito diploma. Ad aiutare gli studenti a ripassare e ad affinare la loro abilità di traduzione ci pensano alcune app pensate specificatamente per chi si troverà a dover gestire versioni di latino o greco. L'app di Google Traslate, seppur non perfetta, consente ad esempio di poter affrontare con un aiuto in più un testo in latino, mentre Greco Antico App aiuta non solo nelle traduzioni ma anche nell'apprendimento vero e proprio della lingua, con tanto di tempistiche legate a studio e ripasso.

Matematica

Problemi con equazioni e formule? Alcune app vi vengono in aiuto fornendo soluzioni e grafici relativi alle equazioni semplicemente scattando una fotografia. Mathpix, per esempio, richiede solo l'immagine del foglio per risolvere un'equazione, mentre iMatematica offre consigli e strumenti per risolvere diversi problemi matematici. Infine, a chi ha bisogno di un aiuto in Fisica ci pensa iFisica, una raccolta di argomenti e consigli per affrontare il ripasso in maniera più efficace.

Letteratura

Tra i "bignami 2.0" non potevano ovviamente mancare i software dedicati alla letteratura. Fare Letteratura, per esempio, consente ai maturandi di consultare analisi del testo, contenuti suddivisi per opere e commenti, oltre che accedere ad un vasto database di personaggi, parafrasi e riassunti.

Appunti

Quelli degli altri, ovviamente, perché ormai il tempo per farsene di propri è passato. Per chi è rimasto indietro c'è Appunti, un'applicazione sviluppata da Studenti.it che raccoglie tesine, riassunti, immagini e diversi contenuti legati ad argomenti e materie utili in fase di esame. Così anche chi non ha seguito tutte le lezioni può recuperare senza dover chiedere ai compagni di classe infinite fotocopie degli appunti.