Opinioni
1 Marzo 2016
13:29

7 problemi dei classici della letteratura che la tecnologia avrebbe risolto

Cosa sarebbe successo a Romeo e Giulietta nell’epoca di Tinder? Sam e Frodo avrebbero raggiunto Mordor più velocemente con Google Maps? A queste e altre domande ha risposto la libreria digitale Flipsnack con la serie Modern Day Classics.
A cura di Marco Paretti

La tecnologia ha reso le nostre vite estremamente più semplici rispetto al passato. Bastano pochi secondi per ottenere le indicazioni stradali, trovare un potenziale partner o ordinare del cibo recapitato direttamente a casa nostra. Ma questi moderni miracoli sarebbero riusciti a risolvere i problemi che hanno caratterizzato la letteratura classica? Cosa sarebbe successo a Romeo e Giulietta nell'epoca di Tinder? Sam e Frodo avrebbero raggiunto Mordor più velocemente con Google Maps? A queste e altre domande ha risposto la libreria digitale Flipsnack con la serie Modern Day Classics, nella quale prova a immaginare cosa sarebbe successo se i personaggi dei libri più famosi avessero avuto accesso alla tecnologia.

Romeo e Giulietta

L'amore di Giulietta per Romeo sarebbe sopravvissuto nell'era di Tinder? O lei si sarebbe semplicemente affidata all'applicazione di incontri online per trovare un nuovo (e più disponibile) Romeo? Non lo sapremo mai, ma grazie alla tecnologia avrebbero sicuramente trovato dei metodi più veloci e discreti per comunicare piuttosto che urlarsi frasi d'amore da un balcone.

Oliver Twist

Grazie a TripAdvisor il protagonista del romanzo di Dickens avrebbe lasciato una recensione decisamente negativa all'ospizio dove risiedeva. Flipsnack prova ad immaginarla: "Gestore terribile. I letti hanno le pulci e non c'era abbastanza spazio per me. Le cosa peggiore era però il cibo: tre ciotole di farinata al giorno e mezzo panino la domenica. E quando ho chiesto il bis mi hanno colpito in testa con un mestolo. Calzolai".

La Fabbrica di Cioccolato

Eccentrico ma poco creativo, molte delle grandi idee di Willy Wonka potevano essere copiate da Pinterest mentre gli Oompa Loompa dormivano. Bastava farsi un giro su social network delle idee per trovarne di eccezionali da applicare ad oggetti e architetture culinarie. D'altronde è quello che fanno tutti, no?

Il Giovane Holden

Una tweetstar un po' arrogante. Se lo immaginano così il giovane Holden Caulfield le illustrazioni pubblicate dalla libreria online. Si sarebbe lamentato del social network e di quanto gli utenti siano tutti "falsi". Probabilmente, al posto di urlarla in piena notte all'interno della scuola, avrebbe twittato la frase "Dormite sodo, stronzi", infarcendola con qualche hashtag d'effetto.

Il Signore degli Anelli

Altro che odissea, con Google Maps si sarebbe risolto tutto in un attimo. Senza divagazioni sul percorso, incontri spiacevoli con gli orchi e battaglie epocali: bastava impostare la destinazione e godersi il viaggio senza problemi. E nel caso ci si fosse persi di vista, sarebbe bastato mandarsi un messaggio su WhatsApp con le coordinate esatte e il percorso stimato. Semplice, no?

Alice nel Paese delle Meraviglie

Alice finisce nel magico paese seguendo un coniglio bianco in estremo ritardo. La vita di quest'ultimo si sarebbe rivelata nettamente più semplice se avesse sostituito il suo orologio rotto con uno smartphone, evitando ad Alice un viaggio lungo e stravagante. Il bianconiglio avrebbe risolto anche il suo essere un ritardatario cronico: sarebbe bastato chiamare un Uber.

Le Cronache di Narnia

Dov'è finito Aslan, il grande leone parlante che regna sulla terra di Narnia? Su Instagram, ovviamente. D'altronde chiunque apprezza un buon meme sui gatti e con un "gattone" del genere il successo è assicurato. Lo scatto preferito? Un selfie con i protagonisti umani, ovviamente accompagnato dall'hashtag #Barbarossa.

I 7 hotel più famosi legati alla Letteratura
I 7 hotel più famosi legati alla Letteratura
1.113 di CS Design
iPhone 7, nuove indiscrezioni: fotocamera dual-lens e tecnologia LinX
iPhone 7, nuove indiscrezioni: fotocamera dual-lens e tecnologia LinX
iPhone 7, nuove indiscrezioni: le cuffie si collegheranno tramite la porta Lightning
iPhone 7, nuove indiscrezioni: le cuffie si collegheranno tramite la porta Lightning
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni