Oggi, 20 gennaio 2021, è il giorno dell'insediamento di Joe Biden come nuovo presidente degli Stati Uniti: la data è segnata in rosso sul calendario di tutti i cittadini statunitensi e non solo: tutto il mondo guarda all'evento che si terrà in serata (intorno alle 18, ora italiana) anche per via dei rischi collegati alla minaccia dei sostenitori estremisti del presidente ancora in carica, Donald Trump. Questa sera però avverrà un altro passaggio di consegne tra i due presidenti, decisamente meno significativo per le sorti del pianeta ma comunque di un'importanza non solo simbolica: l'account Twitter presidenziale che risponde all'handle @POTUS passerà infatti dalle mani di Trump a quelle di Biden in corrispondenza con il giuramento di stasera, o comunque nei minuti o nelle ore immediatamente antecedenti o successive all'evento.

Cosa succederà al profilo presidenziale su Twitter

La procedura è tutto sommato la stessa attuata da Twitter con i precedenti passaggi di consegne tra Presidenti. Innanzitutto i tweet pubblicati sul social dal Presidente Trump nel corso del suo mandato saranno archiviati come già successo per il predecessore Barack Obama: l'account adibito a tale scopo sarà @POTUS45. A Trump rimarrà ovviamente l'accesso al suo account personale, che del resto è quello dal quale si è espresso più frequentemente nei suoi 4 anni alla Casa Bianca; per il resto il profilo @POTUS passerà sotto il controllo di Joe Biden e del team social che si occuperà di gestirlo.

I follower partiranno da zero

C'è però una differenza sostanziale in quello che avverrà questa sera all'acocunt @POTUS rispetto a quanto accaduto negli anni scorsi. Il profilo presidenziale verrà infatti azzerato completamente, non solo dal punto di vista dei contenuti pubblicati, ma anche da quello dei follower. Se ad oggi il profilo gestito da Trump ha un totale di più di 33 milioni di seguaci (in parte ereditati da Barack Obama), da stasera il profilo sarà azzerato: chi seguiva Trump dal profilo ufficiale del Presidente verrà automaticamente scollegato dal follow. L'annuncio è arrivato da Twitter nelle scorse settimane e ha indispettito non poco il team Biden – sia perché conquistare il follow di 33 milioni di persone non è semplice neanche per il presidente degli Stati Uniti, sia perché la mossa rappresenta un cambio di rotta da parte di Twitter rispetto al passato.

Gli altri profili coinvolti

Anche per questo il social ha pensato a una soluzione di compromesso che non farà ripartire il profilo @POTUS dall'imbarazzante numero di zero follower: questa sera l'account presidenziale erediterà tweet e seguaci dal profilo che pochi giorni fa è stato aperto per il presidente eletto ed è gestito dai democratici. L'account è raggiungibile all'handle @PresElectBiden, e al momento conta poco meno di un milione di seguaci; a giuramento completato, sarà eliminato e trasferito su @POTUS. Gli altri profili collegati al passaggio di consegne che seguiranno la stessa sorte, istituzionali non, sono a questo indirizzo.