apple satelliti

Una nuova tecnologia legata all'utilizzo di satelliti progettati per la trasmissione dati ai dispositivi, sarà lanciata entro cinque anni. È questo quanto riportato da Bloomberg che, informato da una fonte anonima, ha sottolineato la formazione di un team segreto che sarebbe già a lavoro sul progetto.

Apple punta sempre più alla ricerca e allo sviluppo

Ingegneri aerospaziali provenienti da altre aziende già operanti nel settore dei satelliti ed esperti di design sarebbero i membri del nuovo team segreto di Apple che, guidato da Michael Trela e John Fenwick (già parte del team in Skybox Imaging prima dell’acquisizione da parte di Google), potrebbe essere al lavoro su una nuova particolare tecnologia satellitare di Apple, attualmente ancora nelle sue prime fasi di sviluppo.

Una vera e propria priorità per l'azienda secondo Tim Cook che, stando a quanto hanno riportato le fonti anonime di Bloomberg, avrebbe mostrato parecchio interesse nel progetto. Un progetto chiaramente spinto dal settore ricerca e sviluppo di Apple, una branchia dell'azienda molto importante per l'attuale CEO di Apple che, sin dalla morte di Steve Jobs, ha destinato sempre più fondi alle sperimentazioni: parliamo di ben 16 miliardi di dollari per il solo 2019, una cifra maggiore del 14% rispetto a quella del 2018.

Cosa faranno i satelliti di Apple

Trattandosi di un progetto tecnicamente ancora "segreto" e nelle fasi iniziali, non è da escludere che l'ipotesi possa essere abbandonata in corso d'opera qualora non dovesse portare risultati soddisfacenti all'azienda. È chiaro che ad oggi è ancora impossibile riuscire a chiarire con certezza in che modo Apple abbia in mente di utilizzare questa tecnologia anche se, come scrive Bloomberg, si tratterebbe di una rete di connessioni satellitari progettata per inviare dati al suolo.

Una sorta di Starlink di SpaceX, potrebbero ipotizzare in molti, oppure un sistema in grado di connettersi a diversi dispositivi (probabilmente, solo quelli prodotti da Apple), che potrebbe garantire una connessione globale eliminando del tutto la dipendenza dalle tradizionali reti cellulari terrestri.

C'è chi ha inoltre ipotizzato che il sistema di satelliti di Apple possa essere stato pensato per migliorare e semplificare la geolocalizzazione dei dispositivi, oppure che il colosso di Cupertino stia pensando davvero di portare la connessione alla rete in tutto il mondo proprio tramite l'utilizzo dei satelliti. Insomma, le ipotesi sono tante e per avere una risposta certa bisognerà attendere ancora qualche anno. Ma una cosa è certa, quando Apple impiega menti e danaro per un progetto, potrebbe impiegare molto tempo per portarlo a termine ma, una volta attivo, darebbe vita a tecnologie e servizi rivoluzionari.