Opinioni
31 Luglio 2014
09:54

BlackBerry acquisisce Secusmart: il futuro del gruppo canadese dipende dalla sicurezza

Il gruppo canadese acquisisce un’azienda specializzata nello sviluppo di sistemi anti intercettazione e mette ben in chiaro la sua nuova strategia, volta a riconquistare parte dell’utenza business persa negli ultimi anni con una serie di servizi che fanno della privacy il loro punto forte.
A cura di Dario Caliendo

Quella relativa alla sicurezza potrebbe essere l'ultima mossa per BlackBerry. Il gruppo canadese capitanato da John Chen, nel corso di una conferenza stampa dedicata tenutati a New York nelle scorse ore ha reso pubblica l'acquisizione di Secusmart, un'azienda specializzata nello sviluppo di sistemi per la sicurezza e anti-intercettazione, con la quale collaborava già dal lontano 2009.

La notizia data dal CEO di BlackBerry in persona, potrebbe in un certo senso rappresentare un primo accenno di risposta all'accordo "tra elefanti" (così l'ha definito lo stesso Chen) che vede Apple e IBM unite con l'obiettivo di sviluppare una serie di progetti destinati esclusivamente al mondo dei dispositivi mobili, con i quali i due colossi tenteranno di conquistare una fetta dell'utenza business, ancora troppo distante dal mondo di iOS.

La mossa di BlackBerry arriva a circa un mese dalla presentazione della nuova lineup di dispositivi, nella quale ha fatto la sua ricomparsa la tastiera QWERTY tanto amata dai clienti business, assieme a un nuovo form-factor quadrato che caratterizzerà il nuovo smartphone Passport, un dispositivo con un display quadrato da 4,5 pollici, una risoluzione di 1140 x 1140 e una densità di pixel per pollice di 452 ppi, che potrebbe portare aria nuova nell'azienda canadese forte anche dell’accordo stretto con Amazon, che porterà a quota trecentosettantamila le applicazioni disponibili per BlaclBerry 10.

E' palese che con l'ultima acquisizione il gruppo canadese tenda sempre più a rivolgersi di nuovo verso un'utenza di professionisti, tentando di riconquistare parte degli utenti che da anni riempiono il suo portafoglio di clienti aziendali, ma che negli ultimi tempi sono stati conquistati dalla dinamicità e dalle forti potenzialità di Android.

Ma ormai si sa, il sistema operativo per dispositivi mobili di Google è il bersaglio ideale di hacker e malintenzionati, e l'azienda canadese vuole puntare proprio su questo, ottimizzando la sicurezza nei propri dispositivi con l'implementazione di metodologie di protezione avanzate, in attesa di concludere un accordo con HP grazie al quale potrebbe portare avanti una strategia ben definita e in grado di competere con Apple e IBM.

In un particolare settore nel quale la paura di intercettazioni e di privacy vulnerabile sta influenzando anche le scelte delle più importanti personalità politiche del mondo, Angela Merkel inclusa, che ha dato il via all'acquisto di oltre duemila costosissimi cellulari anti intercettazione, a seguito di una serie di vicende degne della più complesso film di spionaggio, che hanno visto protagonisti due agenti segreti tedeschi corrotti dalla CIA e il telefono della Cancelliera tedesca messo sotto controllo.

BlackBerry ci riprova con Passport, lo smartphone quadrato con la tastiera QWERTY adattiva
BlackBerry ci riprova con Passport, lo smartphone quadrato con la tastiera QWERTY adattiva
Heartbleed, scatta il primo arresto: è un giovane canadese
Heartbleed, scatta il primo arresto: è un giovane canadese
Solo tre ragazze nella top 100 dei guadagni su Twitch: Pokimane spiega il motivo
Solo tre ragazze nella top 100 dei guadagni su Twitch: Pokimane spiega il motivo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni