193 CONDIVISIONI
2 Novembre 2015
17:04

Cambiamenti climatici, Bill Gates: “È necessario un miracolo energetico”

Il capitalismo non salverà il nostro pianeta dai cambiamenti climatici. Ad affermarlo è Bill Gates, uno degli uomini più ricchi del modo che da anni è impegnato nel benefico insieme a sua moglie, con la quale ha fondato la Bill & MelindaGates Foundation.
A cura di Marco Paretti
193 CONDIVISIONI

Il capitalismo non salverà il nostro pianeta dai cambiamenti climatici. Ad affermarlo è Bill Gates, uno degli uomini più ricchi del modo che da anni è impegnato nel benefico insieme a sua moglie, con la quale ha fondato la Bill & MelindaGates Foundation. Dopo aver annunciato di voler spendere 2 miliardi della propria fortuna sullo sviluppo di energia verde, l'ex CEO di Microsoft ha invitato gli altri miliardari a seguire il suo esempio per rendere gli Stati Uniti non più dipendenti da combustibili fossili entro il 2050. Un obiettivo che, secondo Gates, deve essere inseguito anche dagli altri grandi paesi come Cina ed Europa.

"Anche trovando una nuova fonte d'energia che abbia un costo identico a quello attuale e non emetta CO2, essa sarà comunque vista con diffidenza rispetto a ciò che è stato utilizzato finora, è attualmente operativo su scala globale ed ha già attraversato tutte le fasi di regolamentazione" ha spiegato Gates in una lunga intervista a Variety. "Senza una vera carbon tax – una tassa sulle risorse energetiche che emettono biossido di carbonio nell'atmosfera – non c'è un incentivo per gli innovatori o compratori ad effettuare il cambio". Fin dalla Seconda Guerra Mondiale, spiega Gates, la ricerca e lo sviluppo del governo americano sono stati eccellenti in ogni campo, ma il settore privato è sempre rimasto indietro. "Ora serve un miracolo energetico, un’innovazione in grado di fornire energia più economica degli idrocarburi, a zero emissioni e affidabile quanto il sistema energetico odierno".

"Il problema del cambiamento climatico va risolto nei paesi ricchi" ha continuato. "La Cina, l'Europa e gli Stati Uniti devono risolvere il problema delle emissioni di CO2. Raggiungendo questo obiettivo renderanno il mercato abbastanza economico per chiunque". Nel corso degli ultimi anni la Cina ha compiuto grandi passi nel settore delle rinnovabili, precedendo persino Europa e Stati Uniti nonostante sia tuttora il paese più inquinato. Tra il 2000 e il 2012 l'energia derivata dallo sfruttamento del solare è cresciuta da 3 a 21 mila megawatts, mentre nel 2014 le emissioni di CO2 sono diminuite dell'1%.

Nel frattempo le emissioni della Germania hanno toccato il punto più basso dal 1990, mentre il Regno Unito ha registrato una diminuzione del 13,35% delle emissioni nel corso degli ultimi cinque anni. "Quando le persone hanno riconosciuto il cancro come un problema, i governi hanno dichiarato guerra alla malattia. Ora investiamo circa 5 miliardi all'anno sulla ricerca per trovare una cura al cancro" ha concluso Gates. "Nel settore energetico nessun governo si è impegnato così tanto. Dovremmo raggiungere almeno 18 miliardi di dollari all'anno investiti dal governo americano. Sono ottimista perché credo nell'innovazione".

193 CONDIVISIONI
Mark Zuckerberg e Bill Gates insieme per l'energia pulita
Mark Zuckerberg e Bill Gates insieme per l'energia pulita
Chi nega il cambiamento climatico non avrà più ricavi pubblicitari su Google e YouTube
Chi nega il cambiamento climatico non avrà più ricavi pubblicitari su Google e YouTube
La rivoluzione digitale di Steve Jobs e Bill Gates nelle immagini in bianco e nero
La rivoluzione digitale di Steve Jobs e Bill Gates nelle immagini in bianco e nero
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni