In queste ore non pochi utenti Ho Mobile stanno ricevendo un SMS che li avvisa di un furto di dati avvenuto ai danni dell'operatore. Nell'operazione — si legge nel messaggio — sono stati sottratti i dati anagrafici dei clienti in questione insieme ai dati tecnici della loro scheda SIM: della vicenda si parla ormai da giorni prima dell'invio di questi messaggi, e numerosi esperti ormai concordano sul fatto che gli utenti colpiti debbano procedere alla sostituzione della loro SIM per evitare di subire truffe e illeciti che fanno leva su operazioni come clonazione e SIM Swapping. Farlo è abbastanza semplice, anche se in questo particolare momento possono verificarsi dei problemi.

Dove cambiare la SIM Ho Mobile, quanto costa e cosa serve

Come affermato da Ho Mobile sui suoi canali ufficiali, la sostituzione della SIM avviene gratuitamente in uno dei punti vendita del gruppo rintracciabili a questo indirizzo alla voce "negozi". L'operazione è completamente gratuita: questo aspetto va precisato perché, stando a segnalazioni pervenute online attraverso i social, alcuni negozianti tentano di scindere l'operazione di sostituzione della scheda da paventate spese di commissione, che però non sono dovute. Chi si reca a sostituire la scheda propria SIM Ho Mobile per averne una nuova, deve insomma poterlo fare senza spese; l'unico requisito è quello di avere con sé la SIM da sostituire e una copia dei documenti che ne attestano la proprietà.

Il problema è che il gruppo non effettua sostituzioni in remoto: la misura è pensata per la sicurezza di questo tipo di operazione, ma sta dando problemi di vario genere a utenti e negozianti. I primi si vedono spinti a uscire di casa in un periodo di pandemia; i secondi lamentano malfunzionamenti alle infrastrutture online che devono validare il passaggio del numero dalla vecchia SIM a quella nuova, e in alcuni casi riferiscono di essere fisicamente a corto di supporti fisici dove trasferire le utenze richieste. Il numero di clienti che vogliono farsi cambiare le SIM del resto è potenzialmente elevato: Ho Mobile non ha reso noto il numero delle persone colpite dal furto, ma l'hacker che ha compiuto il colpo mettendo in vendita i dati parla di 2 milioni e mezzo di utenti.

Problemi nei negozi

Il risultato è che in alcuni casi i clienti si sono recati nei punti vendita ma sono rimasti impossibilitati a portare a termine il cambio di SIM. Il consiglio in questo caso è quello di attendere per qualche giorno che la situazione si stabilizzi: che le forniture di nuove schede giungano cioè a destinazione, o che i sistemi informatici del gruppo si rimettano in sesto. Un'attesa di pochi giorni in più del resto non espone a rischi particolarmente elevati per quel che riguarda la sicurezza della SIM; basta solo ricordare di avere questa incombenza in sospeso e portarla a termine quanto prima. L'unica alternativa per il momento è cambiare operatore richiedendo online il servizio di portabilità del numero presso il sito di un servizio concorrente.