Dopo anni ed anni di messaggi e condivisione di foto, video, stickers e GIF animate, WhatsApp è diventato il centro della comunicazione tra miliardi di persone. C'è chi lo utilizza per condividere i documenti di lavoro ed effettuare consulenze lavorative a distanza, oppure c'è chi lo usa per videochiamare amici e familiari. In pochi sanno, però, che sempre più aziende stanno scegliendo WhatsApp per guadagnare, utilizzando delle modalità varie, fantasiose e decisamente più dirette e personali, molto diverse rispetto al marketing che si faceva con gli SMS. La domanda quindi sorge spontanea: è possibile guadagnare su WhatsApp? E in che modo possono farlo tutti?

Come guadagnare soldi su WhatsApp: vincoli legati alla privacy

Le modalità con le quali è possibile guadagnare su WhatsApp sono molteplici, ma tutte sono soggette all'attuale regolamento sulla privacy, vigente nell'Unione Europea. Per evitare di essere segnalati su WhatsApp è importante predisporre una specifica autorizzazione al trattamento dei dati, ottenendo il consenso esplicito alla ricezione dei messaggi di marketing da tutte le persone alle quali si vorranno inviare questi particolari contenuti.

Guadagnare su WhatsApp con i siti PPD

Una delle tecniche più utilizzate dalle aziende che vogliono guadagnare su WhatsApp (e che, in effetti, può essere utilizzata anche dalle persone comuni) è quella più comunemente chiamata come PPD (acronimo di Pay Per Download).  Si tratta di un servizio offerto da diversi network, ai quali è necessario registrarsi e che devono essere utilizzati come veri e proprio siti di hosting di documenti, video, foto, canzoni e quant'altro. Una volta registrati su questi siti e condiviso il link per il download di un determinato documento con i propri contatti su WhatsApp, sarà accreditata una commissione che sarà pagata al raggiungimento di una certa soglia di download, musicata in Kb. Esistono diversi network PPD molto sicuri ed affidabili, tra cui FileIce.net e Uploadocean.com.

Guadagnare su WhatsApp con le affiliazioni

Tutti i servizi che propongono sconti Amazon o sconti relativi ad altri store online, guadagnano con il sistema delle affiliazioni. Il programma di affiliazione ha lo scopo di pubblicizzare, proprio tramite campagne di marketing, determinati prodotti che, se venduti, daranno vita ad una percentuale di guadagno su ogni vendita portata a termine attraverso l'ecommerce scelto.

Per utilizzare questo metodo e fare soldi su WhatsApp è necessario iscriversi prima di tutto ad uno dei tanti programmi di affiliazione disponibili (i più famosi sono quello di Amazon e quello di Gearbest), per poi cercare i prodotti più interessanti o in vendita con il maggiore sconto: ottenuto il link di affiliazione basterà inviarlo ai propri contatti di WhatsApp ed attendere che qualcuno di loro proceda con l'acquisto.

E così come Telegram, anche WhatsApp è uno dei mezzi migliori per le campagne di affiliazione perché, a differenza degli SMS, i messaggi inviati e ricevuti sono molto più ricchi di immagini e informazioni.

Fare soldi su WhatsApp con i servizi di URL shortening

Un altro fenomeno in forte crescita negli ultimi anni è quello dei servizi di URL shortening: si tratta di veri e propri portali nati con lo scopo di rimpicciolire le URL di siti o servizi, in modo da facilitarne la condivisione. E bene, questi link accorciati permettono agli utenti che li creano anche di guadagnare: in pratica si guadagna dai click ricevuti per ogni articolo aperto dai propri contatti.

Basta poco quindi per capire che la condivisione di questi particolari link su WhatsApp è particolarmente remunerativa: una volta condiviso un determinato link ad un proprio contatto, quando verrà aperto visualizzerà un banner pubblicitario, prima di portare al collegamento originale. In questo modo, chi condivide i link guadagnerà ad ogni apertura.

Nel web sono presenti tantissimi siti di URL shortening che permettono di guadagnare con WhatsApp, uno dei più famosi è senza dubbio Shorte.st, che paga fino ad 8 dollari ogni 1000 visite.

Guadagnare su WhatsApp condividendo immagini

Sembrerà strano, ma è possibile guadagnare su WhatsApp anche condividendo semplici foto. Foto che bisognerà chiaramente caricare su un determinato sito specializzato nell'archiviazione e che pagherà fino a 7 dollari ogni mille visite uniche ricevute.

I siti più famosi sono Image Twist e PixeSense: per utilizzarli basterà una veloce registrazione per avere il via al caricamento delle foto da condividere su WhatsApp. La condivisione avverrà tramite un link, che sarà visualizzato in anteprima molto simile a quella di una fotografia reale.