Guardando schermate o filmati di gameplay di Immortals Fenyx Rising, precedentemente conosciuto come Gods & Monsters, è impossibile non essere colpiti da un senso di deja vu. Nello stile, nelle meccaniche e nell'impostazione di alcuni puzzle, il nuovo titolo open world di Ubisoft ricorda infatti molto da vicino Zelda: Breath of the Wild. Non è necessariamente un elemento negativo – d'altronde molti utenti non vedono l'ora di poter assaggiare nuovamente atmosfere e meccaniche simili a quelle del capolavoro di Nintendo – soprattutto perché nel caso di Immortals Fenyx Rising, che abbiamo provato in anteprima in una lunga sessione di hands on, gli sviluppatori hanno deciso di distanziare il loro titolo da quello della casa giapponese usando elementi che coinvolgono sia l'aspetto narrativo che quello di gameplay.

Partiamo da questi fattori, guidati ovviamente dall'ambientazione: la storia si dipana attraverso ambienti e tematiche ispirate alla mitologia greca, con spazi, armi e personaggi appartenenti al pantheon greco che danno una direzione artistica molto chiara al titolo. Questo si traduce anche in meccaniche di base che vanno a ispirarsi chiaramente ad alcuni elementi della mitologia, come le ali di Dedalo utilizzate per planare dai punti più alti o le lance di Ares da usare in battaglia come parte delle abilità speciali di Fenyx. Queste ultime rappresentano ognuna una diversa arma mitologica e vengono attivate in maniera simile a quanto accade negli ultimi Assassin's Creed: si selezionano con il dorsale sinistro e si attivano con uno dei tasti del pad.

L'altro elemento che fornisce al gioco una caratterizzazione particolare è la narrazione stessa, che avviene attraverso un dialogo per lo più comico tra Zeus e Prometeo che accompagna il giocatore durante ogni missione e ogni fase esplorativa. A questi due personaggi è dato il compito di guidare l'eroe – d'altronde è proprio Zeus ad affidare a Fenyx il compito di salvare il mondo dal titano Tifone – e, soprattutto nelle fasi iniziali, spiegare i rudimenti del gioco. È una scelta interessante, che di certo distanzia il titolo da Zelda e gli fornisce una caratterizzazione tutta sua. Lo fa, però, dando al tutto un chiaro mood di leggerezza che potrebbe non convincere i giocatori più accaniti in cerca di un'esperienza meno fanciullesca.

Se da un lato, quindi, Immortals Fenyx Rising trova una sua dimensione sotto questi aspetti, dall'altro il gioco prende in prestito molti elementi dall'avventura di Link. L'impatto grafico, per quanto differente nello stile architettonico, è innegabilmente legato a quello di Zelda, anche nell'utilizzo di determinati effetti volumetrici come quelli di fumo e polvere. Alcune meccaniche, come la possibilità di planare da un punto alto della mappa o l'utilizzo di un'abilità per raccogliere oggetti pesanti da spostare facendoli levitare sopra la testa, sono chiaramente ispirate al mondo dell'ultimo Zelda, così come lo è la meccanica del consumo della stamina quando si compiono particolari azioni o si scalano pareti. L'elemento forse più clamorosamente ripreso dal titolo Nintendo è quello legato ai piccoli dungeon sparsi per tutta la mappa di gioco, che anche qui sono caratterizzati da una serie di puzzle e indovinelli da risolvere prima di poterli completare. Per quanto riguarda le missioni secondarie sparse per la mappa, oltre a boss leggendari e a sfide di combattimento, la maggior parte delle attività riguarda appunto la risoluzione di varie tipologie di puzzle che, come il resto del titolo, hanno spesso un tema mitologico.

Visto questo complesso equilibrio, Immortals Fenyx Rising sembra quasi volersi proporre come un'alternativa a Zelda in attesa del lancio di Breath of the Wild 2. Una strategia che, anche in virtù della caratterizzazione del titolo, potrebbe effettivamente attirare a sé un buon numero di giocatori interessati a questa familiare visione di un open world. Che poi potrebbero effettivamente restare piacevolmente soddisfatti del sistema di combattimento, che, pur essendo a sua volta ispirato a quello degli ultimi Assassin's Creed, propone abilità e mosse spettacolari in grado di rendere il tutto piuttosto frenetico e bello da vedere. Immortals Fenyx Rising uscirà entro la fine dell'anno su PlayStation 4, Xbox One, Switch e PC.