Di Warzone, la nuova modalità battle royale di Call of Duty: Modern Warfare, se ne parla da dicembre. Lo sai fa però via leak e rumor, in quanto sia il publisher Activion che il team di sviluppo Infinity Ward non hanno diffuso alcuna comunicazione ufficiale, attesa sin da febbraio. Tuttavia, la fuga di notizie lascia già ben intendere le meccaniche della modalità, che riprenderebbero quella tipica del battle royale in stile Fortnite, con una quantità massiccia di giocatori impegnati nel "tutti contro tutti" mentre la mappa si rimpicciolisce.

I dettagli di Warzone tra rumor e influencer

A livello di comunicazioni ufficiali, la situazione dovrebbe cambiare quest'oggi: un nuovo rumor conferma il reveal alle ore 18 per il pubblico italiano. Del resto, già questa mattina su Twitch sono state pubblicate alcune pubblicità proprio su Warzone, lasciando intendere la struttura free-to-play, cioè gratis, tranne per acquisti minori direttamente dallo store di gioco per lo più estetici. Sempre nelle scorse ore è stato diffuso dagli utenti un ulteriore video – adesso non più disponibile – che lascia scoprire nuovi dettagli.

I giocatori che si affronteranno nella mappa di Warzone saranno 150, e potranno giocare in singolo, in duo o in trio. Il terreno di gioco ospiterà edifici realizzati appositamente per tale modalità; la raccolta del loot, cioè del bottino lasciato dai nemici, sarà resa più veloce; saranno inoltre presenti dei veicoli utilizzabili come gli elicotteri. Infine, secondo diversi influencer, tra cui anche l'italiano Fabio Rovazzi, la data d'arrivo di Warzone è prevista per domani 10 marzo, e sarà disponibile per tutte le piattaforme (PlayStation 4, Xbox One e PC).

Secondo la stampa di settore, a causa della fuga di notizie, Activision potrebbe anticipare il reveal ufficiale di Warzone. Tuttavia, per non incorrere nuovamente nelle incertezze dei rumor e dei leak e avere tutte le informazione legate all'attesa modalità battle royale, non resta che attendere l'appuntamento delle 18, salvo comunicazioni ufficiali da parte del publisher.