L'ultima release di Android è finalmente arrivata. E ha un nome: Pie. Google ha iniziato il rilascio del nuovo aggiornamento del suo sistema operativo disponibile inizialmente sui dispositivi Pixel e in seguito – entro l'autunno – sulla maggior parte dei telefoni compatibili. "Abbiamo progettato Android 9 in modo che impari da voi – e funzioni meglio per voi – man mano che lo usate" spiega Google sul suo blog. "Dall’anticipare la vostra prossima attività così da non farvi trovare impreparati, al fornire più batteria alle app che utilizzate di più fino ad aiutarvi a disconnettervi dal telefono a fine giornata, Android 9 si adatta alla vostra vita e al vostro modo di usare il telefono".

Le novità di Android 9 Pie

Android 9 punta a rendere lo smartphone più intelligente imparando da noi e adattandosi agli schemi di utilizzo. Così, per esempio, Android 9 mette a disposizione funzioni come la Batteria adattiva, che impara a riconoscere le app che usiamo di più fornendogli priorità per l'uso della batteria, e la Luminosità adattiva, che regola automaticamente la luminosità dello schermo in base alle preferenze e all'ambiente in cui ci troviamo. Android 9 introduce anche Azioni delle app, la funzione che anticipa quello che siamo in procinto di fare in base al contesto in cui ci troviamo e visualizza l'azione sul telefono. Se, per esempio, è martedì mattina e ci stiamo preparando per andare al lavoro, riceveremo tra i suggerimenti quello di usare Google Maps per dirigerci verso l'ufficio o di riprendere ad ascoltare un audiolibro su Google Play Libri. E quando indosseremo le cuffie dopo il lavoro, potremmo vedere tra i suggerimenti quello di chiamare nostra madre o far partire la playlist preferita su Spotify.

In autunno sarà rilasciata anche la funzionalità Porzioni, che mostra informazioni relative alle app preferite nel momento in cui ci servono. Se, ad esempio, si inizierà a digitare "Lyft" nella barra di Ricerca Google, comparirà una "porzione" dell'app Lyft che mostrerà i prezzi per tornare a casa o l'orario stimato di arrivo di un'auto. Ma Android introduce anche un nuovo metodo di navigazione attraverso un singolo pulsante Home, una funzione resa necessaria dall'arrivo degli smartphone senza tasti e caratterizzati da un pannello frontale a tutto schermo. In maniera simile a quanto accade su iPhone X, con il pulsante unico sarà possibile scorrere verso l'alto e vedere un nuovo menu del multitasking o ritornare alla home.

Il benessere digitale

"Anche se molto del tempo che passiamo al cellulare è utile, molti di noi vorrebbero disconnettersi più facilmente e avere più tempo per dedicarsi ad altro. Oltre il 70% delle persone con cui abbiamo parlato ha affermato di volere un aiuto per il proprio "benessere digitale" continua Google. "Per questo ci siamo impegnati ad aggiungere in Android funzionalità importanti che aiutino le persone a raggiungere l'equilibrio tecnologico che stanno cercando". Tra queste ci sono una nuova Dashboard che aiuta a capire quanto tempo si passa sul dispositivo, un timer per le app che permette di porre dei limiti di tempo all'utilizzo di un'app e ingrigisce l'icona nella schermata Home quando il tempo a disposizione è esaurito, la nuova modalità Non disturbare che silenzia tutte le interruzioni visive che compaiono sullo schermo e la modalità Relax che attiva Luminosità notturna e Non disturbare e applica sfumature di grigio sullo schermo prima di andare a dormire.

Benessere digitale sarà rilasciata ufficialmente in autunno per Pixel, più avanti nel corso dell’anno per Android One e altri dispositivi. Ma queste funzionalità ora sono disponibili in versione beta per i telefoni Pixel con Android 9. Per provarle bisogna installare Android 9 Pie sul dispositivo, registrarsi sulla pagina ufficiale per la versione beta con l'indirizzo email di Google Play e accettate l'invito a diventare un beta tester facendo clic sul link nell'email di benvenuto.

Come installare Android 9 Pie

Da oggi, tutti i telefoni Pixel riceveranno un aggiornamento over-the-air ad Android 9 Pie. Per il rilascio completo Google sta lavorando a stretto contatto con i partner tra cui Essential, Huawei, HMD Global, OnePlus, Oppo, Razer, Samsung, Sony Mobile, Transsion, Vivo e Xiaomi per portare la release sui dispositivi nuovi ed esistenti entro la fine dell'autunno. Anche i dispositivi registrati nel programma Android Beta e tutti i dispositivi Android One qualificati riceveranno la versione finale in questo periodo.