Il CES di Las Vegas quest'anno vuol dire dispositivi indossabili. La rivoluzione è ormai iniziata e praticamente tutti i più importanti produttori di telefonia mobile hanno presentato il proprio dispositivo. Ma chi ha detto che i wearable devices devono essere destinati esclusivamente agli esseri umani? ecco perchè i4C Innovations, una startup di Chantilly (in Virginia, Stati Uniti), ha realizzato e presentato il primo vero e proprio collare smart, che mediante un accellerometro a tre assi ed un sensore radiofrequensimetro, riesce a rilevare l'attività fisica dei cani, compreso il battito cardiaco e la frequenza respiratoria.

"È una tecnologia indossabile innovativa, che colma il divario della comunicazione tra i cani, i loro proprietari e le persone che li amano." – si legge sul sito del produttore – "Il nostro approccio può essere suddiviso in tre parti: Scopri, Impara, Condividi e fornisce una visione senza precedenti nel campo della salute e del benessere. Le informazioni e gli strumenti vi aiuteranno a crescere insieme al vostro cane, potrete condividere il tutto con il vostro veterinario e tramite i social network."

UNA FIT BAND PER GLI AMICI A QUATTRO ZAMPE – I dati raccolti dai sensori integradi nel Voyce, verranno analizzati e visualizzati tramite un'applicazione per smartphone e talet, con la quale si potrà tenere traccia dei segnali vitali e conseguentemente della salute dell'amico a quattro zampe, per rilevare con largo anticipo una lunga lista di possibili patologie.

Oltre a monitorare le calorie che il cane brucia giornalmente, consentendo di intervenire eventualmente sulla sua alimentazione, Voyce sarà quindi utile al veterinario (ed al padrone) per diagnosticare malattie come l'artrite (basandosi appunto sul movimento degli arti), oppure problemi cardiaci.

Voyce è dotato di una batteria ricaricabile (dalla durata di circa una settimana) e sarà disponibile in diverse taglie entro l'estate del 2014, al prezzo di circa 300 dollari.