(Foto: Facebook)
in foto: (Foto: Facebook)

L'inseguimento di Facebook nei confronti del pubblico giovanile non conosce sosta. In queste ore il social network di Mark Zuckerberg ha lanciato una nuova app pensata appositamente per fare presa sulla fascia di utenti di età inferiore ai 20 anni; il suo nome è Lasso e, sia nell'aspetto che nelle funzionalità ricorda decisamente un'altra piattaforma decisamente in voga presso lo stesso pubblico: TikTok, ovvero l'app che negli scorsi mesi ha inglobato la popolarissima Musical.ly. L'annuncio è stato preceduto da alcune indiscrezioni nel mese di ottobre, mentre l'app in sé è già stata pubblicata su App Store e Play Store ma al momento non è disponibile in Italia.

Lasso è una piattaforma per la condivisione di brevi clip video dotata di una serie di filtri evoluti da applicare ai filmati e di una libreria musicale sterminata a disposizione, che gli utenti possono sfogliare per trovare il pezzo adatto ad accompagnare le proprie performance. Le fasi di registrazione dei video e di applicazione dei filtri e delle colonne sonore sono ben integrate all'interno di un'interfaccia intuitiva, e le clip si possono condividere sul proprio profilo oppure — corredandole degli opportuni hashtag per renderle più visibili — più diffusamente all'interno della piattaforma, ma si possono anche esportare all'esterno utilizzando le Storie di Facebook.

Fatto salvo il filo diretto con le Storie di Facebook, la formula in sostanza è decisamente simile a quella che ha decretato il successo di Musical.ly — una scelta che riporta alla mente l'inseguimento di Instagram nei confronti di Snapchat. A questo punto però è ancora difficile prevedere se Lasso avrà o meno successo. Da una parte infatti la storia di Instagram insegna che è possibile continuare a crescere traendo ispirazione dagli avversari e battendoli al loro stesso gioco; d'altro canto però la storia di Facebook è costellata di app e iniziative come Lifestage, lanciati con entusiasmo e poi finiti velocemente nel dimenticatoio.