Coronavirus
4 Marzo 2020
10:24

Google I/O, annullata la conferenza più importante di Big G a causa del coronavirus

Il Google I/O, importante ritrovo dedicato agli sviluppatori e al contempo è anche una importante vetrina mediatica per la casa di Mountain View, quest’anno non si terrà. Lo ha annunciato l’azienda attraverso i suoi canali social. Al suo posto saranno probabilmente organizzati workshop, attività e annunci in streaming.
A cura di Lorenzo Longhitano
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Coronavirus

La notizia non era ancora stata data ma era praticamente scontato che sarebbe successo: dopo Facebook, anche Google ha dovuto annullare la sua più importante conferenza dell'anno a causa del coronavirus. Il Google I/O è un ritrovo a cadenza annuale tradizionalmente dedicato agli sviluppatori, ma al contempo è anche una importante vetrina mediatica per la casa di Mountain View: quast'anno il suo svolgimento era previsto per il 12, 13 e 14 maggio, ma a quanto pare non si terrà più — almeno non nella sua forma classica.

L'annuncio è arrivato dai canali social dell'azienda e ricalca quello effettuato da Facebook soltanto pochi giorni fa: "a causa delle preoccupazioni suscitate dal coronavirus abbiamo deciso di annullare l'evento faccia a faccia previsto allo Shoreline Amphitheatre. Ci rattrista dover rinunciare a un'occasione per riunire la nostra comunità di sviluppatori, ma la vostra salute è una priorità". Soltanto pochi giorni fa la casa di Mountain View in effetti aveva dovuto fare la stessa cosa con un altro evento di minore importanza, ma l'ingresso del coronavirus nei confini statunitensi ha evidentemente fatto propendere l'azienda per un approccio ancora più prudente nei confronti dell'epidemia.

L'incognita Microsoft

La stessa cosa del resto è successa per eventi ancora più importanti: è il caso del Mobile World Congress di Barcellona, che avrebbe dovuto riunire quasi tutte le aziende tecnologiche più importanti del pianeta e che è stato annullato del tutto con meno di due settimane di anticipo dall'apertura prevista. Facebook ha già annullato giorni fa la sua conferenza prevista anch'essa per il mese di maggio, e a questo punto potrebbe arrivare da un momento all'altro un annuncio di Microsoft sulla sua conferenza Build, che dovrebbe tenersi alla fine dello stesso mese.

Sarà un evento virtuale

Nel frattempo, chi aveva acquistato i biglietti per Google I/O ne otterrà il rimborso, mentre nelle prossime settimane l'azienda farà sapere come intende procedere con l'organizzazione dell'evento. L'ipotesi è che gli incontri, i workshop si terranno ugualmente in forma virtuale, con il supporto di video in streaming da seguire a distanza. Stesso discorso per gli annunci, sui quali il pubblico potrà probabilmente sintonizzarsi accedendo ai canali YouTube del gruppo.

27125 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni