Con l'arrivo del Capitolo 2 di Fortnite sono entrati a far parte del gioco anche i bot, cioè personaggi controllati dall'intelligenza artificiale che, soprattutto nelle fasi iniziali del gioco, popolano le partite consentendo anche ai giocatori meno bravi di potersi mettere alla prova con il Battle Royale senza doversi subito scontrare con giocatori più abili. È un elemento fondamentale del nuovo approccio basato sulle skill dei giocatori che prevede l'accoppiamento di gruppi di utenti a seconda delle loro abilità valutate dal gioco stesso. In questo modo le partite saranno popolate da giocatori dello stesso livello evitando spiacevoli situazioni frustranti.

In questo, i bot introdotti con il Capitolo 2 consentono a Fortnite di raggiungere i 100 giocatori necessari per l'avvio di una partita anche quando non sono disponibili abbastanza utenti e, in più, permettono al gioco di tarare perfettamente l'abilità dei nostri avversari a seconda della nostra. Ma in che modo è possibile sapere se il personaggio che ci ha ucciso durante una partita era un utente in carne e ossa oppure un bot controllato dal computer? Una domanda lecita, visto che Fortnite non lo specifica al momento dell'uccisione. In realtà, però, un metodo per scoprirlo esiste ed è anche piuttosto facile da utilizzare.

In breve, quando si viene eliminati appare una schermata che riporta i dati del giocatore responsabile dell'uccisione. In questa fase, in alto a destra dello schermo appare il nickname dell'utente, che però viene sostituito dalla dicitura "Invalid" quando ad ucciderci è un bot. Per sapere se ad abbatterci è stato il computer, quindi, non dovrete far altro che cercare questo nome in alto a destra dopo essere stati uccisi. Se trovate scritto "Invalid" è stato un bot, altrimenti un umano.