Un'operazione molto simile a quella già vista con i contenuti sponsorizzati nel feed di Instagram e nelle Storie, vedrà presto protagonisti anche gli Influencer: tutti gli utenti del social network fotografico, potrebbero vedere il proprio feed di Instagram invaso da campagne pubblicitarie che non mostreranno post di brand e aziende, ma di personaggi (più o meno) famosi.

Le pubblicità degli Influencer su Instagram

A rendere ufficiale la novità, che molti temono si possa trasformare in una vera e propria invasione di fotografie e video pubblicate da personaggi che non si seguono, è la stessa Instagram che in un post sul suo blog dedicato al business, spiega come i creator potrebbero rappresentare il futuro del marketing nel social network.

"Una delle richieste più grandi da parte dei marchi fino ad oggi, è stata la possibilità di incorporare post pubblicitari nelle loro strategie di marketing” – si legge nel post della società – “Con questi contenuti pubblicitari, le aziende hanno l’opportunità di raccontare le storie del brand attraverso le voci dei creatori, raggiungere nuovi segmenti di pubblico e misurare l’impatto. Utilizzando gli strumenti disponibili sulla piattaforma di annunci di Facebook, le aziende possono raggiungere un pubblico mirato oltre le persone che seguono il marchio e gli account dei creator”.

Insomma, la convinzione del social network è che un contenuto firmato da un Influencer possa avere un successo maggiore rispetto a quello pubblicato dal profilo ufficiale di un brand. "Il marketing degli influencer sta diventando sempre più importante” – ha commentato Evan Asano, AD della specialista di settore MediaKix – “E Instagram vuole un pezzo della torta”.

Instagram, come saranno gli annunci degli influencer (e quali saranno i protagonisti)

Sostanzialmente questa nuova tipologia di annunci pubblicitari su Instagram, sarà molto simile a quella già presenti nel social network, ma verrà etichettata come "partnership pagata", proprio per mettere in evidenza che si tratta di un post fatto da un personaggio famoso in collaborazione con l'azienda della quale si parla nella foto o nel video.

Sostanzialmente, si tratta del tentativo da parte di Instagram di dare risposta ai già numerosi brand attivi nel social network, che sono alla ricerca di una modalità semplice e più funzionale per indirizzare meglio gli utenti all'acquisto ed offrire un'esperienza pubblicitaria più organica.

Ed anche se per i brand più famosi non sarebbe un problema pagare mezzo milione di dollari per un post sponsorizzato da Kim Kardashian, questa nuova possibilità di marketing si rivolge molto di più ai kidinfluencer e i nanoinfluencer, ossia personaggi piuttosto famosi nel social network, o in netta crescita, che potrebbero costare molto meno alle aziende – dato il numero di follower nettamente inferiore a quello di una star – e darebbero la possibilità a chiunque voglia pubblicizzare un prodotto su Instagram, di farlo in maniera più organica e differenziata, spendendo molto meno.