Fino a pochi giorni era solo un'indiscrezione – una scoperta fortuita che rivelava un'iniziativa a metà strada tra un esperimento e un passo falso coperto con goffaggine dai vertici di Facebook. Da martedì sera però è una realtà che potrebbe cambiare per sempre il volto di Instagram: a partire da questi giorni, alcuni utenti del social di condivisione fotografica non potranno più visualizzare il conteggio dei like totalizzati dalle foto pubblicate dai profili altrui. Lo ha rivelato Mark Zuckerberg in persona dal palco della conferenza F8 che si è tenuta in questi giorni negli Stati Uniti, dando così ufficialità a quanto già scoperto nei giorni scorsi dalla ricercatrice Jane Wong scandagliando i meandri dell'app.

Come ipotizzato quando la notizia non era altro che una semplice voce di corridoio, la nuova modalità è a tutti gli effetti un esperimento del quale le cavie designate al momento sono solo gli iscritti residenti in Canada. Il funzionamento è lo stesso del quale Fanpage.it aveva dato conto nei giorni scorsi: per gli utenti coinvolti nel test il numero dei cuori ricevuti da una foto sarà visibile solo da chi la foto l'ha pubblicata, ma non dal resto delle persone; in questo modo – è l'ipotesi di Instagram che ha spinto gli sviluppatori a tentare questa strada – gli utenti potranno "concentrarsi sul contenuto delle foto e dei video condivisi, anziché sul numero dei like che gli interventi riscuotono".

Se il test dovesse andare a buon fine e la nuova modalità dovesse uscire dal Canada si tratterebbe di un cambiamento non da poco, dal momento che quello dei like è in effetti uno dei meccanismi che più ha contribuito alla fortuna di Instagram. Il problema è che le premesse sulle quali si basa questo meccanismo sono da molti considerate tossiche, perché portano il pubblico ad attribuire valore a un contenuto sulla base della quantità di apprezzamenti che riceve, e così facendo costringe gli utenti a pubblicare foto e video dalla natura a volte artificiosa, solamente per mostrare ad amici e follower il pieno di like ottenuti. Gli sviluppatori della piattaforma sono al corrente di questa situazione, e sperano che la modifica ideata possa portare contenuti più autentici sulle pagine del social senza avere un impatto troppo pesante sulla sua crescita: la fase di prova appena avviata servirà loro a capire se tutto questo sia possibile o meno.