Già da tempo ormai il sistema operativo di iPhone dispone di sistemi per bloccare le chiamate indesiderate, semplici filtri impostabili permanentemente oppure su base temporanea, negli orari nei quali non si vuole essere disturbati. Con iOS 13 però le funzionalità di blocco delle chiamate indesiderate sono destinate a farsi ancora più complete ed efficaci: lo hanno anticipato i vertici di Apple durante la presentazione del software che si è tenuta nel corso della conferenza annuale WWDC dedicata agli sviluppatori, e ora stanno iniziando a sperimentarlo anche gli utenti comuni.

Da una parte infatti iOS 13 non è ancora pronto: gli ingegneri Apple ci stanno ancora lavorando alacremente per renderne disponibile la versione definitiva in tempo per il lancio dei prossimi iPhone, che avverrà tra settembre e ottobre. D'altro canto però l'aggiornamento è già stato diffuso nella sua versione preliminare, di modo che gli sviluppatori potessero metterci le mani in anticipo; da qualche giorno poi il pacchetto è stato reso disponibile anche per gli utenti comuni, che possono così sperimentare le varie novità di iOS 13 tra le quali anche il blocco delle chiamate indesiderate.

Come ottenere iOS 13 in anticipo

Per installare la beta pubblica di iOS 13 basta iscriversi al relativo programma sul sito Apple e seguirne le istruzioni, tenendo ben presente però che si tratta di software ancora non definitivo e che potrebbe dare dei problemi. Se non si ha abbastanza dimestichezza con l'inglese e con queste operazioni insomma è meglio lasciare perdere e attendere questo autunno; altrimenti, prima di procedere con le fasi di installazione, meglio comunque effettuare un backup dei dati del telefono.

Dove si trova il blocco dei numeri sconosciuti

Una volta installato l'aggiornamento, la funzione si trova nelle impostazioni di iPhone alla sezione "Telefono"; la voce da attivare è quella che recita "Disattiva l'audio di chiamanti sconosciuti". Con questa opzione attiva, il iOS comparerà istantaneamente il numero del chiamante non solo con quelli presenti in rubrica, ma anche con i numeri non salvati presenti tra le email ricevute o tra i messaggi: se troverà una corrispondenza, lascerà passare la chiamata alla suoneria o alla vibrazione; in caso contrario, farà partire la segreteria senza neppure far squillare il telefono.