iPhone e iPad indossano un nuovo ed elegante abito scuro, e lo mettono in mostra nel corso della conferenza d'apertura della WWDC 19, l'annuale conferenza stampa che Apple dedica al mondo degli sviluppatori, nel corso della quale Tim Cook e soci hanno svelato ufficialmente il nuovo iOS 13 per iPhone ed il nuovo iPadOS, una versione del tutto personalizzata dell'OS di Apple, dedicata esclusivamente al tablet dell'azienda di Cupertino. Dal palco di San Jose, i vertici della mela morsicata hanno presentato tutte le principali caratteristiche del nuovo aggiornamento, disponibile a partire da questa sera in versione beta per gli sviluppatori.

Tutte le novità di iOS 13 per iPhone

La prima novità di iOS 13 riguarda la velocità generale del sistema operativo: lo sblocco con il Face ID sarà più veloce del 30%, la dimensione delle applicazioni sarà ridotta del 50% e l'avvio delle app sarà il doppio più veloce. Novità anche per la tastiera che, per la prima volta, è possibile utilizzare anche con uno swipe tra le lettere: è una funzione da tempo attesa su iOS, visto che su Android è presente da ormai diversi anni, quasi dall'inizio della storia del sistema operativo concorrente.

Il nuovo tema scuro di iOS

È ufficiale, con iOS 13 Apple ha finalmente introdotto la nuova Dark Mode. Si tratta di un particolare tema scuro che cambierà totalmente la colorazione del sistema operativo di Apple: è una novità che a prescindere dal punto di vista prettamente grafico, mostrerà i suoi vantaggi soprattutto su tutti i dispositivi con pannello OLED, riducendo sensibilmente i consumi energetici.

E così, dopo alcune delle applicazioni più famose del mondo (YouTube in primis) e dopo l'introduzione della dark mode in macOS Mojave, anche iPhone e iPad si tingono di nero: con il tema scuro di iOS 13, l'interfaccia grafica di tutte le applicazioni di avrà uno sfondo nero ed elementi di rilievo colorati

La nuova app Mappe di iOS 13 avrà il suo Street View

Ammettiamolo, la prima versione di Mappe di Apple non era poi un granché. Ma, con il tempo, il sistema di navigazione made-in-Cupertino ha fatto passi da gigante ed è riuscito a diventare il diretto concorrente di Google Maps. Negli anni, però, gli utenti Apple che hanno utilizzato Mappe come applicazione principale per la navigazione satellitare, hanno sempre patito la mancanza di una funzione apprezzatissima in Google Maps: Street View.

Una mancanza importante, che verrà colmata con la prossima versione dell'applicazione: iOS 13 porterà con se una "Mappe" migliorata in molti aspetti, che sarà più accurata e precisa, e che introduce  "Look Around", una funzione per osservare le strade in una visuale a 360 gradi.

Sing in with Apple: la privacy come dovrebbe essere

La zeppatina che Tim Cook ha rivolto ad uno dei diretti rivali di Apple ad inizio conferenza stampa, non è stata l'unica dell'evento, ed Apple si è nuovamente dimostrata una delle pochissime aziende (se non l'unica) al lavoro per creare qualcosa di positivo e tangibile per la privacy degli utenti. La nuova funzione Sign in with Apple consentirà agli sviluppatori di applicazioni di eliminare del tutto il login automatico tramite i social network, a favore di una procedura che permette di utilizzare il proprio Apple ID ed effettuare login e registrazioni tramite il FaceID.

È forse una delle novità più interessanti (e importanti) di iOS, che eviterà l'invio agli sviluppatori dei dati personali degli utenti, email comprese: attraverso questo sistema sarà infatti possibile nascondere la propria email personale, a favore di un indirizzo generato automaticamente (e in maniera del tutto casuale) da Apple.

Nuovi accessori per le Memoji (che diventano adesivi)

Da rossetti, a nuovi trucchi con colori personalizzabili alle AirPods. iOS 13 introduce novità anche per quanto riguarda le Memoji, che permetteranno di modificare le faccine create tramite il sistema operativo Apple (ed animate dal FaceID) e che le trasformeranno anche in adesivi da utilizzare in tutte le applicazioni per la messaggistica istantanea.

Nuovo editing di foto e video in iOS 13

Novità in arrivo anche per l'applicazione Foto ed il relativo motore di modifica per le fotografie e i video memorizzati nel rullino fotografico che, in iOS 13, diventa ancora più potente e funzionale. Sarà ad esempio (e finalmente) possibile modificare i video, non solo aggiustandone luci e colori (e addirittura applicando una riduzione del rumore), ma anche sistemandone la rotazione: sì, finalmente sarà possibile ruotare i video con l'iPhone e l'iPad.

Arriva inoltre una nuova metodologia di organizzazione delle foto e dei video. Sarà possibile selezionare le foto suddivise per anni, mesi e giorni, in modo da poter trovare con più semplicità una particolare foto o un particolare video che si sta cercando.

iPadOS è ufficiale: cosa cambia

A confermare i rumors degli ultimissimi minuti, che vedevano l'arrivo di un sistema operativo tutto nuovo dedicato ai tablet di Apple, è la stessa azienda di Cupertino che dopo le novità dedicate agli iPhone ha svelato, un po' a sorpresa, una OS tutto nuovo: si chiama iPadOS ed è il sistema operativo che gli sviluppatori della mela morsicata hanno sviluppato esclusivamente per gli iPad, e che sugli iPad Pro darà il meglio di se.

Il multitasking di iPadOS

Il primo elemento che sottolinea come il sistema operativo per iPad si stia differenziando sempre di più da quello dedicato ad iPhone, e sia sempre più rivolto ai professionisti che hanno la necessità di sfruttare (realmente) la potenza di calcolo dell'iPad Pro, si nasconde in un concetto tutto nuovo di multitasking. Almeno per il tablet di Apple. Con iPadOS sarà per esempio possibile accedere ad i widget tramite uno swipe verso destra, partendo dalla home, inoltre tutte le applicazioni potranno essere utilizzate a in più finestre, tutte gestite dal multitasking del sistema operativo che – in soldoni – è diventato praticamente identico ad Exposé di macOS.

Arriva il supporto delle penne USB su iPad

Finalmente, con iPadOS, sarà possibile collegare una chiavetta USB (o un hard disk esterno) al tablet e copiarne il contenuto tramite l'applicazione File di iPad: è un grande passo in avanti per il dispositivo di Apple, soprattutto considerando che fino ad oggi era possibile esclusivamente visualizzare e gestire i file all'interno del dispositivo o di iCloud.

Safari come un browser desktop

Con la prossimo aggiornamento per iPad, l'attuale versione di Safari sarà totalmente sostituita da una nuova versione, praticamente identica a quella vista in macOS, che garantirà una navigazione desktop anche sul tablet della mela morsicata ed integrerà un download manager con cui gestire tutti i file scaricati che finiranno, appunto, all'interno dell'applicazione File e che sarà anche possibile copiare su penne e hard disk esterni.

iPadOS: nuove gesture per copia, incolla e annulla

Le tre operazioni più comuni, soprattutto in ambito di produttività, in iPad OS saranno possibili tramite una gesture a tre dita. È questo, infatti, il gesto che consentirà di accedere alle funzioni di copia, incolla ed annulla: con un pizzico a tre dita sarà possibile copiare il testo selezionato, con il movimento opposto sarà possibile incollarlo, e strisciando verso sinistra (sempre con tre dita) sarà possibile annullare l'ultima operazione.

Data di uscita di iOS 13

Dopo il lancio della classica prima beta di iOS 13 per gli sviluppatori, l'azienda di Cupertino rilascerà numerose nuove versioni beta che saranno installabili anche da tutti gli utenti, che potranno quindi provare le novità e contribuire alla ricerca di bug.

Anche se attualmente non è ancora chiaro il numero delle beta, è ormai certo che il nuovo aggiornamento per iPhone e iPad sarà rilasciato ufficialmente solo in concomitanza con la vendita dei nuovi iPhone 11 che, come ormai vuole tradizione, dovrebbero arrivare nei negozi di alcune nazioni selezionate (Italia compresa) tra la metà e la fine del mese di settembre.