5 Luglio 2012
15:47

L’Onu sancisce con una risoluzione la libertà in rete

Con l’appoggio di oltre 85 nazioni il Consiglio delle Nazioni Unite ha ratificato per la prima volta la libertà di espressione in rete come diritto fondamentale dell’uomo. L’opposizione di Cina, India e Russia.
A cura di Angelo Marra

La libertà di espressione in rete ora è sancita anche da una risoluzione dell'ONU. Il Consiglio delle Nazioni Unite a Ginevra ha infatti approvato il primo documento che invita tutti gli Stati membri a tutelare la libertà di espressione online come facente parte dei diritti inalienabili dell'uomo. Si tratta di un passaggio importante, come sottolineato dall'ambasciatore americano Chamberlain Donahoe che ha affermato "è la prima risoluzione dell'ONU che conferma che i diritti umani su internet devono essere protetti con lo stesso impegno del mondo reale".

Entusiasmo anche da parte dell'ambasciatore tunisino Moncef Baati, che ha rappresentato una delle nazioni nelle quali la rete ha contribuito fortemente alla deposizione del dittatore Ben Alì e che è stato uno dei primi sostenitori dell'iniziativa: "Il risultato più importante della rivoluzione tunisina è la conquista della libertà di espressione. E' molto importante in questo momento ed è per questo che vi è un forte impegno in Tunisia per consolidare i diritti su internet". Scontata invece la ferma opposizione di Russia, Cina e India, paesi nei quali le autorità hanno un serratissimo controllo della rete e che naturalmente guardano di cattivo occhio l'apertura delle Nazioni Unite verso l'applicazione dei diritti dell'uomo anche al mondo della rete.

Sergey Brin, a rischio la libertà in rete, anche in Italia
Sergey Brin, a rischio la libertà in rete, anche in Italia
Che cos'è CISPA, il nuovo disegno di legge che minaccia la libertà in rete
Che cos'è CISPA, il nuovo disegno di legge che minaccia la libertà in rete
DDL Butti, ennesimo attacco alla libertà di stampa
DDL Butti, ennesimo attacco alla libertà di stampa
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni