Dal primo bacio (alle scuole medie) al primo milione di follower, passando per aneddoti divertenti, momenti privati e imbarazzanti. Ludovica Pagani si racconta nella nuova puntata de "La prima volta", il format prodotto da Fanpage.it. Una busta verde, una busta gialla e una busta rossa che contengono domande in ordine di difficoltà, dalle prime volte più innocenti a quelle più intime, come le prime esperienze sessuali e il primo bacio.

Luovica Pagani la prima volta su Instagram

Una delle tematiche più importanti della carriera di Ludovica Pagani è senza dubbio la sua attività su Instagram. È proprio grazie a questo social network, dove ormai il suo profilo ha superato i 2,1 milioni di follower, che la bergamasca classe 1995 è riuscita a raggiungere il successo. "Ho iniziato circa 4 anni fa, postando foto della mia vita e iniziando poi a postare anche foto dei miei outfit, perché io ho una malattia per i vestiti, e da lì pian piano per quanto riguarda il filone moda. Mi hanno poi chiamato a scrivere in una rivista, avevo proprio una mia rubrica, sulla quale davo dei consigli di moda".

Il primo milione di follower

Ludovica è molto attiva su Instagram dove, anche grazie alla partecipazione a "Quelli che il calcio" e al suo aggiornare costantemente il proprio profilo, è arrivata (quasi) a spodestare Diletta Leotta tra le preferenze degli sportivi italiani e a superare i due milioni di iscritti. "Il mio primo milione di follower risale esattamente ad un anno fa. Io incredula, scioccata, non ci credevo anche perché quando ho iniziato non mi sarei mai aspettata di arrivare qui".

La prima volta in console

Non solo modella e influencer. Ludovica Pagani è anche una dj: "A me la musica è sempre piaciuta tantissimo, mio padre faceva il dj e mia madre la speaker radiofonica, si sono conosciuti in radio. Quindi la musica è stata sempre presente nella mia vita ed è una cosa che mi piace molto perché mi permette di stare a contatto il più possibile con le persone che mi seguono".

La prima volta che hai fatto l'amore

"È stato con il mio primo amore", esordisce Ludovica Pagani, "e infatti la storia è durata poi 5 anni". "Purtroppo al giorno secondo me vengono un po' a mancare i valori. Vedo tanti ragazzini che vogliono crescere in fretta e bruciare le tappe, quando in realtà poi le cose vanno fatte con il cuore, con la testa e non vanno sprecate".