5 Aprile 2017
10:12

Le app per sopravvivere allo sciopero dei mezzi (senza spendere un patrimonio)

Che sia per andare a lavoro o ad un impegno con gli amici, gli scioperi dei mezzi pubblici creano sempre disagi e problematiche organizzative. Ecco le app per districarsi in città quando il trasporto pubblico vi lascia a piedi.
A cura di Marco Paretti

Che sia per andare a lavoro o ad un impegno con gli amici, gli scioperi dei mezzi pubblici creano sempre disagi e problematiche organizzative. D'altronde il loro scopo è proprio questo e, sempre più spesso, quando i guidatori incrociano le braccia c'è poco da fare. Un tempo l'alternativa più semplice era una sola, il taxi, mentre oggi chi deve muoversi in città ha a disposizione diverse opzioni anche economiche in grado di risolvere ogni problematica relativa agli spostamenti in città. Oltre ovviamente alla bicicletta, che d'estate e durante gli scioperi può fare miracoli. Se però proprio non avete voglia di pedalare, ecco qualche consiglio su come sopravvivere ad uno sciopero del trasporto pubblico.

Uber

Download iOS e Android. È probabilmente l'opzione più costosa, ma anche quella più affidabile e comoda. Basta scaricare l'applicazione e creare un account per poter subito richiamare un autista alla propria posizione, indicando direttamente dall'app dove ci si deve dirigere. Diventa estremamente comoda ed economica se si divide la corsa con un paio di amici: se anche loro hanno un account, si può dividere automaticamente il costo della corsa tra gli accompagnatori. Il prezzo è visualizzato prima di prenotare il viaggio. In Italia sono attive solo tre opzioni: Uber Black, Uber Lux e Uber Van. La prima è la variante classica, la seconda è quella di lusso e la terza è quella che consente di trasportare più di tre persone. In Italia è attivo a Milano, Roma, Genova e Torino.

MyTaxy

Download iOS e Android. Vuole essere la risposta "smart" dei tassisti a Uber, ma finora non ha spiccato per funzionalità. Ottenere la conferma di una corsa è un'operazione spesso lunga e altrettanto spesso incerta, ma se tutto funziona può rappresentare una valida alternativa alle altre app di trasporto. Basta scaricare l'app e creare l'account per poter chiamare un taxi alla propria posizione, in maniera simile a quanto avviene con Uber. Non si possono dividere i costi del viaggio, ma questi sono specificati prima della partenza. È disponibile in oltre 40 città italiane.

Zego

Download iOS e Android. Si tratta di una sorta di UberPop, cioè quella branca del servizio americano eliminata dalla decisione del Tribunale di Milano. In breve, il suo funzionamento è simile a quello delle app sopracitate, ma si avvale di passaggi offerti da persone normali che mettono a disposizione la propria vettura per guadagnare qualcosa. Un vero e proprio carpooling urbano, quindi, che in caso di sciopero dei mezzi può aiutare a muoversi in città e persino a guadagnare qualcosa: se volete passare dall'altra parte della barricata potete diventare autisti e sfruttare gli scioperi per aumentare i guadagni. È attiva a Milano e Torino.

Heetch

Download iOS e Android. È l'app più limitata del gruppo, ma la più utile per i giovani (anche durante il resto dell'anno). In breve, si tratta di una sorta di carpooling attivo solo nella fascia serale, cioè dalle 20 alle 6 del mattino. È pensato per tutti i ragazzi che vogliono passare una serata in giro e magari bere qualcosa, per poi evitare di dover guidare o prendere i mezzi. In mancanza di questi ultimi, Heetch rappresenta un'ottima alternativa per muoversi nella fascia serale in caso di sciopero, che sia per andare a bere qualcosa con gli amici o a mangiare un boccone con i colleghi. È attiva a Milano.

Enjoy

Download iOS e Android. Il primo servizio di car sharing della lista è quello offerto da Eni e caratterizzato da una flotta di 500, 500 XL e scooter Piaggio MP3. Per poter prenotare una vettura bisogna scaricare l'app e registrarsi, inserendo anche i dati della propria patente. La procedura è veloce e in pochi minuti potrete accedere alla flotta di Enjoy. Il costo è di 0,25 euro al minuto per le auto e 0,35 euro al minuto per gli scooter. Si può posteggiare anche nei parcheggi per residenti e a pagamento. È attivo a Firenze, Milano, Torino, Roma e Catania.

Car2Go

Download iOS e Android. Simile ad Enjoy, ma con una flotta (più ampia) composta da Smart ForTwo e ForFour. La procedura è più lunga di quella prevista dal servizio di Eni, ma il servizio è simile. Si possono prenotare le vetture sparse per la città e utilizzarle con una tariffa di 0,29 euro al minuto. Si può posteggiare anche nei parcheggi per residenti e a pagamento. È attivo a Milano, Firenze, Roma e Torino.

DriveNow

Download iOS e Android. La variante "lusso" delle due opzioni sopracitate. Si avvale di una flotta di BMW, dalle Mini alle cabrio, passando per i veicoli elettrici. L'iscrizione è simile a quella delle altre due proposte, mentre il prezzo è leggermente maggiore: dai 0,20 ai 0,34 euro al minuto a seconda della macchina scelta. Attenzione però, perché per ogni prenotazione il servizio scala una cifra che varia intorno ai 10/15 euro e che poi viene riaccreditata (dopo diversi giorni) sulla carta del titolare. È attivo a Milano.

Share'ngo

Download iOS e Android. La scelta che salvaguarda l'ambiente. Share'ngo offre una flotta di piccole macchine elettriche da due posti più spartane rispetto a quelle offerte dagli altri servizi ma anche più green ed economiche. La sua forza è il prezzo dinamico, che si abbassa più si utilizza il servizio e offre promozioni dedicate a determinate fasce. Le donne, per esempio, spendono meno di notte. La tariffa media è di 0,21 centesimi al minuto. È attiva a Milano, Firenze e Roma.

Bike Sharing

La soluzione più green: utilizzare la bicicletta. Se non ne avete una vostra, è sempre possibile iscriversi ad uno dei servizi di Bike Sharing attivi nella vostra città. Ce ne sono diversi e spesso richiedono solo un'iscrizione che può essere fatta anche al volo dal sito web o dall'applicazione. È sicuramente la soluzione meno costosa e, diciamocelo, quella che fa meglio alla salute.

Il trucco WhatsApp per leggere completamente i messaggi senza aprire l'app
Il trucco WhatsApp per leggere completamente i messaggi senza aprire l'app
Instagram: da oggi si può pubblicare senza avere l'app installata
Instagram: da oggi si può pubblicare senza avere l'app installata
152.101 di Tecnologia Fanpage
Bloccare le pubblicità nella app Android senza root e risparmiando batteria
Bloccare le pubblicità nella app Android senza root e risparmiando batteria
80.885 di Tecnologia Fanpage
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni