Il prezzo dei due nuovi iPhone è certamente l'elemento che più sta facendo discutere dell'offerta di Apple: con una fascia che parte da 1.189 euro fino ad arrivare a 1.689 euro, è facile immaginare il perché. Eppure dai dati sembra che chi i dispositivi li acquista e non li critica solamente stia scegliendo proprio il modello più costoso lasciando sullo scaffale quello più economico. Sarà anche per la maggiore dimensione dello schermo, ma l'iPhone XS Max sembra attualmente rappresentare la scelta preferita dei consumatori, tanto da aver venduto di più nel corso dei primi giorni.

Ad affermarlo è l'analista Ming-Chi Kuo, che sottolinea come la richiesta di iPhone XS Max sia di 3/4 volte più alta rispetto a quella dell'iPhone XS. Le colorazioni più popolari sembrano essere quella nera e dorata, mentre il taglio di memoria più diffuso è quello mediano da 256 GB. "Ci aspettiamo che le vendite dell'iPhone XS Max crescano ulteriormente nel quarto trimestre del 2018 grazie alla domanda in arrivo dall'Asia e al periodo invernale e natalizio" ha scritto l'analista.

Anche l'altro grande protagonista della conferenza Apple sembra aver ricevuto parecchia attenzione da parte del pubblico; l'Apple Watch Series 4 è caratterizzato da un interesse più alto di quello atteso dagli analisti, elemento che consentirà ad Apple di aumentare le proprie aspettative sulle unità vendute per i prossimi trimestri dell'anno in corso. "La domanda di Apple Watch è molto più alta di quanto ci aspettavamo" ha spiegato Kuo. "La capacità dell'attuale azienda incaricata di assemblarli è già al massimo, quindi la produzione non potrà aumentare fino a quando non subentrerà la seconda azienda dedicata allo smartwatch. Abbiamo incrementato le aspettative di vendite dell'Apple Watch da 18,5 milioni a 19,5 milioni di unità".