Tra i motivi validi per attendere il prossimo aggiornamento di iOS — ovvero iOS 12.1 — c'è la soluzione di un problema con il quale i proprietari di iPhone XS e XS Max si sono scontrati fin dall'acquisto del dispositivo: una fotocamera frontale giudicata colpevole di ritrarre volti talmente armoniosi da risultare finti. Alla sua scoperta il fenomeno era stato battezzato dai critici beautygate, in riferimento all'accusa mossa ad Apple, ovvero che la casa di Cupertino avesse appositamente e segretamente inserito all'interno degli algoritmi della fotocamera dei filtri bellezza incaricati di levigare il volto dei soggetti inquadrati per liberarli dalle imperfezioni.

Apple non è chiaramente di questa idea e, nello spiegare a The Verge come stanno le cose, ha parlato di un bug nell'attuale gestione della funzione Smart Hdr della fotocamera anteriore: l'algoritmo — introdotto sugli ultimi telefoni della società — è pensato per unire fotogrammi catturati a diverse esposizioni e generare così foto dai contrasti più vibranti; al momento però sceglie come base per le proprie operazioni uno scatto a lunga esposizione, che in assenza di uno stabilizzatore ottico e di una mano particolarmente ferma rischia di far risultare mossi alcuni dettagli come pori e imperfezioni, dando come risultato un volto che sembra levigato artificialmente. Sarebbe questo dunque il problema della fotocamera frontale del telefono: dover lavorare con un algoritmo tarato sull'obbiettivo stabilizzato dell'unità posteriore.

Con iOS 12.1 il bug verrà ufficialmente corretto: anziché utilizzare il fotogramma più esposto, la modalità Smart Hdr utilizzerà come base il più definito tra quelli catturati; in questo modo i selfie dovrebbero finalmente acquisire una marcia in più, anche a costo di riprodurre impietosamente occhiaie e altri piccoli impiastri facciali.