bancomat-pagamento

Lo ha ribadito oggi il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, durante l’audizione in Commissione Finanze alla Camera, spiegando che la misura sarà contenuta nell'Agenda Digitale anche se non sono stati ancora decisi “i limiti e i tempi”.

Rispondendo a una domanda sull'ipotesi che nel prossimo decreto legge per lo sviluppo sia previsto l'obbligo per i negozianti di offrire il pagamento con bancomat per spese oltre i 50 euro, Passera ha confermato l’intenzione del governo di premere per la moneta elettronica perché è in grado di “contrastare illegalità ed evasione”. Ha però tenuto a precisare che la sua diffusione “dev'essere tollerabile in termini di costi e gestita in maniera saggia in termini di tempistica”.

"L'agenda digitale non prevede ancora limiti o termini per la diffusione dei bancomat ma certamente vuole dare un forte impulso alla diffusione del pagamento elettronico. Quindi spingeremo certamente per la diffusione anche perché è uno strumento di contrasto all'evasione"