La scelta di Facebook di rendere ancora più visibile la schermata di avvio di WhatsApp, soprattutto nella versione Android dell'applicazione, nella quale è stata aggiunta la scritta "From Facebook" ha prodotto non poche polemiche negli ultimi giorni, scatenando numerose lamentele relative alla lentezza con la quale la schermata iniziale sparisce dopo l'avvio dell'app, e a quella che potrebbe essere percepita come una sorta di intrusione indebita da parte del social network in una delle app per i messaggi gratis più utilizzate del mondo. Ma cos'è una schermata di avvio? E perché viene visualizzata solo da alcuni utenti di WhatsApp? Per dare risposta a queste domande, bisogna tornare indietro di qualche anno.

Le sue origini

In realtà non esistono riferimenti ben precisi circa la data di creazione della splash screen perché, la schermata di avvio, è nata in concomitanza con le prime applicazioni per computer. Prima i programmi per i personal computer, poi le applicazioni per dispositivi mobili, sono da sempre stati accompagnati da questa tipologia di schermata, nata con lo scopo di avvisare l'utente che l'app selezionata è in fase di caricamento. Generalmente sono ancora utilizzate in applicazioni "pesanti" che richiedono un tempo di avvio relativamente lungo e forniscono all'utente una sorta di feedback che il processo è in corso.

Anche i sistemi operativi come Windows e macOS sono da sempre stati accompagnati dalle splash screen, e il logo di Android o la mela morsicata che si vede appena si accende uno smartphone o un tablet, servono a comunicare agli utenti che il lungo e complesso processo di avvio ha avuto il via e bisognerà attenderne il completamento prima di poter utilizzare il dispositivo.

Perché solo alcuni vedono la splash screen di WhatsApp

Data la natura della schermata di avvio, è quindi molto semplice capire le motivazioni per le quali solo alcune persone vedono la tanto criticata splash screen di WhatsApp. Generalmente gli utenti che una volta avviata l'app per la messaggistica visualizzano questa particolare schermata, sono quelli che dispongono di un dispositivo piuttosto datato e dalle prestazioni ormai ridotte. In soldoni, viene visualizzata da tutte quelle persone il cui smartphone o tablet non dispone delle risorse per un avvio istantaneo di WhatsApp: nell'attesa che il caricamento avvenga, viene quindi attivata la schermata di avvio.

E perché viene visualizzata perlopiù su Android? Semplice, per la sua diversa gestione della memoria. A differenza di iOS, generalmente il sistema operativo di Google, quando viene del tutto chiusa un'app, la elimina dalla memoria temporanea per recuperare risorse necessarie per il funzionamento del dispositivo. Una volta avviata nuovamente l'app che non è presente in memoria (cioè molto di rado),  il tempo di avvio richiesto sarà maggiore e per questo viene visualizzata la splash screen.

Il motivo della scritta "From Facebook"

No, non c'è nulla di male nella splash screen di WhatsApp. E per quanto riguarda l'inserimento della scritta "From Facebook" c'è poco da dire: WhatsApp è stata acquisita proprio da Zuckerberg per 19 miliardi di dollari nel 2014 ed è forse arrivato il momento per la società del padre dei social network di non voler essere più associata ad un solo prodotto, tra l'altro afflitto da alcuni recenti problemi di privacy e tossicità da parte degli utenti. Insomma, l'inserimento della scritta "From Facebook" nella splash screen di WhatsApp, è la chiara conferma che Facebook si stia trasformando da un social network a un vero e proprio brand.