14 Aprile 2015
16:14

Periscope, alcuni utenti hanno condiviso illegalmente le puntate di Game of Thrones

Da qualche settimana, all’interno dell’applicazione di streaming video Periscope, hanno cominciato ad apparire dirette di contenuti protetti da copyright. Un esempio? La première della quinta stagione di Game of Thrones è stata trasmessa illegalmente da diversi utenti.
A cura di Marco Paretti

L'uscita dell'applicazione per lo streaming video Periscope, realizzata dagli stessi creatori di Twitter, ha portato una ventata d'aria fresca nel mondo dei social network. La possibilità di creare video-dirette in pochi tap, con conseguente condivisione immediata su Twitter, ha dato vita ad un vero e proprio fenomeno che ha coinvolto esperti del settore, entusiasti e persone comuni impegnati nella creazione di un'innumerevole numero di streaming. In poco tempo, però, l'applicazione ha dovuto fare i conti con un quesito tanto importante quanto lo è il successo di Periscope: i diritti d'autore. Da qualche settimana, infatti, all'interno dell'applicazione hanno cominciato ad apparire dirette di contenuti protetti da copyright. Un esempio? La première della quinta stagione di Game of Thrones è stata trasmessa illegalmente da diversi utenti.

Certo, vista la scarsa qualità del video è avventato definirlo un incubo per i detentori di diritti d'autore, ma è sicuramente una scintilla di quello che potrebbe diventare un problema ben più grave. Con il quale, insomma, gli sviluppatori potrebbero presto scontrarsi. Nel frattempo, dozzine di utenti hanno pubblicato in diretta le prime puntate dell'attesa nuova serie di Game of Thrones, uno degli show televisivi più apprezzati (e più scaricati) di sempre. In questo modo diversi fan sparsi per il mondo hanno avuto modo di assistere alla première, nonostante la procedura fosse, di fatto, illegale.

In seguito a questo fenomeno, Twitter ha subito messo le cose in chiaro: chi verrà beccato ad effettuare streaming di contenuto protetto da copyright – e di conseguenza a violare i termini di servizio – sarà immediatamente sospeso o allontanato. La punizione per aver violato i termini può variare da un semplice avvertimento ad una sospensione permanente, a seconda della natura e della gravità dell'infrazione. Gli sviluppatori hanno sottolineato che la violazione ripetuta dei diritti d'autore porterà irrimediabilmente ad un'eliminazione permanente dell'account. Una presa di posizione decisa, che va ad affrontare duramente il desiderio sfrenato dei fan di guardare il proprio show televisivo il prima possibile. Un trend dimostrato anche dalle modalità che hanno portato al leak di Game of Thrones: pur di tenere il passo, gli appassionati hanno guardato le puntate attraverso una televisione inquadrata allo smartphone di uno sconosciuto.

Periscope, 1 milione di utenti in 10 giorni
Periscope, 1 milione di utenti in 10 giorni
Apple Watch, alcuni utenti segnalano arrossamenti ed irritazioni
Apple Watch, alcuni utenti segnalano arrossamenti ed irritazioni
Facebook, in arrivo le serie TV di HBO: la prima è The Brink con Jack Black
Facebook, in arrivo le serie TV di HBO: la prima è The Brink con Jack Black
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni