22 Aprile 2013
18:15

Progetto Wedding, il matrimonio ora è semplice e low cost grazie ad una startup. Intervista a Salvatore Cobuzio

La piccola azienda, nata poco più di un anno e mezzo fa, grazie ad internet ha creato un network di professionisti che operano nel settore dei matrimoni (wedding planner, fotografi, autisti e così via), offrendo così ai propri clienti una serie di pacchetti completi a prezzi convenienti. Un’idea per semplificare la vita dei promessi sposi che si è distinta anche durante l’edizione di Wind Business Factor 2012, arrivando in finale nel terzo girone.
A cura di Angelo Marra

L'organizzazione del proprio matrimonio, si sa, è una delle imprese più difficili e stressanti che esistono. Del resto sul "giorno più importante della vita" gravitano non poche aspettative e gestire tutti gli aspetti della cerimonia può risultare davvero complicato. Se a questo aggiungiamo la disponibilità economica in costante calo, visto il periodo, è ancora più arduo far combaciare tutte le tessere del puzzle. La rete può essere un valido aiuto soprattutto per risparmiare, ma anche qui districarsi tra migliaia di servizi rischia di creare ancora più confusione, senza dimenticare l'atavico scetticismo verso gli acquisti online.

Per risolvere tutta queste serie di problemi è nato Progetto Wedding, una startup tutta italiana che ha lanciato una piattaforma dedicata agli sposi. Il sito infatti raccoglie al suo interno una rete di professionisti di ogni singolo settore coinvolto, offrendo una progettualità completa per tutti gli aspetti della cerimonia, il tutto – cosa altrettanto importante – ai prezzi convenienti assicurati dalla rete. L'idea sembra funzionare e, grazie al tam tam sulla rete (e nessun investimento pubblicitario), l'azienda nei primi 12 mesi di vita arriva a fatturare oltre 150.000 euro, raggiungendo anche la finale nel terzo girone della Startup Competition organizzata da Wind Business Factor lo scorso anno.

Abbiamo intervistato Salvatore Cobuzio, uno dei fondatori della startup, per farci raccontare la sua storia.

Come è nata la vostra idea e come si è sviluppato il team di lavoro? Da chi è composto?

L’idea nasce durante un viaggio in America con Simona Canto (co-fondatrice) e coinvolgendo a distanza Laura Bevelacqua (co-fondatrice). Così a gennaio 2012 dopo un piccolo periodo di test, siamo andati ufficialmente online e abbiamo raggiunto il break even point in meno di una settimana. Ad oggi il team si è ingrandito leggermente con l’inserimento di Oriana Farris (siciliana trapiantata a Milano, responsabile della sezione abiti da sposa) e Luca (ingegnere torinese)

Quali sono le difficoltà che avete incontrato nel lanciare la vostra startup? (economiche, amministrative, legislative)

Difficoltà vere e proprie non ne abbiamo incontrato, se non quelle legate alle tempistiche burocratiche che, al sud, si allungano di molto.

Come funziona Progetto Wedding e perchè rappresenta un'innovazione nel settore? 

Progettowedding è figlio di una generazione web e come tale sfrutta tutti i suoi vantaggi. Su progettowedding riesci a trovare quello che normalmente non trovi nel negozio sotto casa. Inoltre abbiamo una partnership con più di 200 wedding planner, fotografi, location e noleggio auto, grazie al quale il nostro cliente può scegliere e filtrare tali servizi suggeriti da noi. Oltre al prezzo molto basso (quasi da grossista) i nostri clienti riescono a personalizzare il loro evento in maniera originale e unica.

Qual è la situazione relativa ai competitor internazionali e quali sono le prospettive di crescita?

Contiamo di aprire le porte ufficialmente all’estero entro il 2015. Come in ogni settore che si rispetta, abbiamo diversi competitor, ma noi siamo forti del fatto che siamo assolutamente in grado di competere a livello internazionale a 360°

Quali progetti avete in cantiere e quali saranno le evoluzioni di Progetto Wedding?

Progettowedding fa parte di una “visione” molto più ampia che ha appena visto nascere il suo primo fratellino “ProgettoTorte” (www.progettotorte.com). sito di e-commerce che vende tutto quello che serve per diventare il nuovo boss delle torte: attrezzature, stampi, utensili, preparati alimentari e molto ancora. Questo ci ha portato ad incrementare il numero di collaboratori: Tiziana Mendoli (esperta cake designer messinese) e Mariaconcetta Calabrese (responsabile commerciale siracusana). Con progetto torte riusciamo ad organizzare anche corsi di cake designer a distanza e in tutta italia, oltre a fornire i servizi/prodotti sopra elencati. Prevediamo di aprire il prossimo e-commerce entro la fine dell’anno.

UDOO, il micro-pc italiano che rivoluziona la prototipazione raggiunge il goal su Kickstarter in 40 ore
UDOO, il micro-pc italiano che rivoluziona la prototipazione raggiunge il goal su Kickstarter in 40 ore
Augment, la startup francese che realizza modelli 3D virtuali dei nostri acquisti in rete
Augment, la startup francese che realizza modelli 3D virtuali dei nostri acquisti in rete
UDOO, il micro-pc italiano che rivoluziona la prototipazione
UDOO, il micro-pc italiano che rivoluziona la prototipazione
5.219 di Viral Tech
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni