Il dubbio amletico sulla necessità di continuare o meno a produrre tablet Android e sulla loro reale praticità è ormai diventato un fardello per il mondo dei produttori di dispositivi mobili. E la tendenza del mercato, che ha visto l'introduzione di tablet animati dal sistema operativo di Google sostanzialmente solo nella fascia medio/bassa, è la risposta (indiretta) da parte delle aziende aziende, che hanno ormai capito un particolare fondamentale: è praticamente impossibile realizzare un antagonista Android dell'iPad.

Ma evidentemente quelli di Huawei non sono d'accordo. Negli ultimi anni il colosso cinese ha guadagnato gran parte del market share del mondo dei tablet Android e con il suo nuovo MediaPad M5 punta al vertici della categoria.

Design Huawei MediaPad M5

Design e dimensioni del nuovo tablet di Huawei sono ben bilanciati e considerando la diagonale del suo display e i soli 7,3 millimetri di spessore, potremmo quasi affermare che si tratta di un tablet alle dimensioni piuttosto contenute. Tutta la scocca è realizzata in metallo e pesa 498 grammi, il che lo rende estremamente comodo da utilizzare, se non fosse per il posizionamento del sensore per le impronte digitali che, seppur molto reattivo, ho trovato piuttosto scomodo. Tutta un'altra storia per il posizionamento dei tasti d'accensione e per il volume, che ho trovato comodissimi e perfetti.

Hardware Huawei MediaPad M5

Il processore che anima il nuovo tablet di Huawei è un Kirin HiSilicon 960s octa core da 2,1 GHz affiancato da 4 GB di RAM e una memoria interna di (soli, purtroppo)  32 GB, che passano a 64 nella variante Pro. E se le prestazioni sono di buon livello in tutte le operazioni possibili, ritengo la quantità di memoria interna piuttosto limitante, soprattutto per un tablet, cioè un dispositivo con il quale è più probabile l'utilizzo di file e documenti di grosse dimensioni. La connettività WiFi a/b/g/n/ac a doppia banda è ottima e la presenza di un modulo LTE permetterà l'utilizzo di una nanoSIM per connettersi in mobilità.

Purtroppo la porta USB-C non è compatibile con lo standard 3.0, quindi anche in questo caso non sarà possibile utilizzarla come un'uscita video, una cosa molto comoda soprattutto nel caso in cui si dovesse utilizzare il tablet per riprodurre presentazioni.

Molto (ma molto) bene il comparto audio caratterizzato da 4 speaker stereo Harman e che garantisce una qualità di altissimo livello, ben bilanciata e con volumi decisamente più alti della media.

Ottima la batteria da 7500 mAh che è in grado di dare grandissime soddisfazioni agli utenti. Con questa configurazione e un utilizzo molto intenso, sono riuscito ad ottenere più di due giorni di autonomia con una sola carica e la ricarica rapida di Huawei è, come sempre, la ciliegina sulla torta.

Display Huawei MediaPad M5

Il display del Huawei MediaPad M5 è uno dei suoi punti di forza. Il pannello è un IPS LCD da 10,8 pollici con risoluzione di 2510 x 1600 pixel e la qualità delle immagini è ben bilanciata sia in termini di saturazione, che in termini di bianchi e colori. Avrei preferito che Huawei avesse cercato di fare qualcosa in più in termini di risoluzione che, per quanto sia piuttosto importante, su un display con una diagonale così grande tende ad evidenziare i pixel che compongono l'immagine.

Buona la luminosità del pannello, che in condizioni di utilizzo "da ufficio" è sempre pronta a garantire un'ottima retroilluminazione, che però in condizioni di luce diretta inizia a tentennare, rendendo più difficoltoso lavorare all'aperto in determinate condizioni.

Fotocamera Huawei MediaPad M5

Partiamo subito con una premessa essenziale: il MediaPad M5 è dotato di una fotocamera posteriore, ma realizzare foto e video con un tablet è da folli, sia in termini di comodità che in termini di qualità. Il sensore della fotocamera posteriore è da 13 megapixel ed è in grado di registrare video in 4K con una qualità piuttosto soddisfacente, anche nelle foto. È chiaro che si tratta di un tablet, e la qualità fotografica del sensore è tutto sommato adeguata alla tipologia del dispositivo.

Al contrario di quanto succede nel mondo degli smartphone, per un tablet è molto più importante la qualità della fotocamera anteriore, spesso utilizzata per le videochiamate, e in questo MediaPad M5 quelli di Huawei hanno fatto un buon lavoro, integrando un sensore discreto da 8 megapixel più che sufficiente per i compiti che dovrebbe andare a svolgere.

Software Huawei MediaPad M5

Il nuovo tablet di Huawei è andato da Android 8.0 che, come ormai tutti sappiamo, non introduce novità interessanti per il mondo dei tablet. Ed è qui che entra in gioco la personalizzazione dell'azienda che non solo nella modalità tablet migliora l'esperienza d'uso Android, ma nella modalità Desktop da il meglio di se.

In questa modalità è possibile avere un'esperienza simil-PC che affiancata dalla cover con tastiera e trackpad, venduta a parte, da un senso a questo tablet e lo mette su un livello ben diverso rispetto alla stragrande maggioranza della concorrenza. È possibile utilizzare le applicazioni in finestre, con un vero multitasking, ma purtroppo la compatibilità delle app è piuttosto limitata e spesso potrebbe essere necessario ricorrere a software di terze parti per aprire le app non compatibili.

Prezzo in Italia Huawei MediaPad M5

Il prezzo di vendita in Italia del Huawei MediaPad M5 è di 449 euro nella variante da 10,8" LTE e può cambiare in base al modello acquistato. Si tratta di un prezzo estremamente interessante e aggressivo, soprattutto per quella tipologia di utente che ha bisogno di lavorare in comodità e in mobilità, ma che allo stesso tempo non vuole rinunciare alla comodità di una tastiera fisica e di un trackpad.

Il vero punto di forza di questo dispositivo è il software che, nella modalità desktop, mette bene in chiaro come l'azienda cinese ci abbia visto lungo e abbia ben capito che il momento della convergenza tablet/PC è appena iniziato: l'introduzione di una modalità Desktop e la produzione di una cover con tastiera che integra anche un trackpad ne sono l'esempio, e probabilmente nel prossimo futuro sarà possibile avere un'esperienza PC completa, anche su dispositivi realizzati con architettura ARM e questo MediaPad M5, in un certo senso, anticipa parte di questo futuro.