Ho in mente un ricordo ben definito della mia gioventù: quando ero poco più che un pischello, aspettavo con ansia l'8 dicembre, per addobbare l'albero di Natale con la mia famiglia. Era un momento bellissimo ed è uno di quei ricordi che rimarranno indelebili nella mia memoria. Ma, visto che anche da piccolo ero un nerd, ricordo ancora con più gioia quando mia madre acquisto le prime luci di natale che suonavano a ritmo di musica, anche se in effetti il suono era riprodotto da un cicalino monofonico e parlare di "musica", in quel caso, è forse un pochino troppo. Ora però i tempi sono cambiati, siamo nel 2018, e agli albori dell'era della domotica smart "per tutti" le persone che aspettano l'8 dicembre per addobbare l'albero di Natale sono diventate poche.

Ormai con la voce e con lo smartphone possiamo controllare qualsiasi cosa: lampadine, cancelli, termosifoni, lavatrici. Tutto, praticamente tutto. Compreso l'albero di Natale, con delle luci Led smart nate da un'idea totalmente italiana: si chiamano Twinkly, sono l'accessorio più bello per tutti i nerd con il cappello di Babbo Natale e talvolta è possibile acquistarle anche su Amazon in sconto e con prezzi molto interessanti.

Eh già, prodotte da Ledworks, una startup italiana nata da pochi anni e che in un certo senso sta rivoluzionando il settore delle decorazioni luminose, le Twinkly permetteranno di personalizzare in ogni minimo particolare il proprio albero di Natale e le proprie decorazioni esterne. Come? Con un'idea che ormai è entrata nella mentalità di tutti: connessione WiFi, servizio basato sul cloud, e applicazione per smartphone. E il risultato è veramente eccezionale, ma procediamo con ordine.

Esistono più varianti delle luci smart per l'albero di Natale: 56 LED per 5,6 metri, 105 LED per 10,5 metri, 175 LED per 17,5 metri e 225 LED per 22,5 metri. La scelta varia ovviamente in base alle dimensioni dell’albero di Natale da ricoprire, dal posto dove saranno utilizzate utilizzarle (sono adatte per uso interno oppure esterno) oppure ancora al metodo in cui le piazzerete. Nel nostro caso, abbiamo usato due stringhe da 175 Led su un albero da circa 1.90 metri, e siamo riusciti a ricoprire tutta la superficie girando attorno all'albero.

Ad un occhio inesperto, le Twinkly sembreranno delle luci tradizionali. Tra i Led e la presa per la corrente è presente un piccolo box con un tasto con il quale è possibile cambiare le animazioni dell'illuminazione, che può anche variare nel colore e nella velocità, ma è proprio in questo piccolo box che è stato integrato anche un ricevitore WiFi, grazie al quale le luci di natale si connetteranno alla propria rete domestica e saranno controllabili tramite l'applicazione per iPhone o per Android.

Ed è proprio l'applicazione il cuore delle Twinkly. Un'app che è migliorata molto con gli ultimi aggiornamenti, ma che a mio avviso non è ancora perfetta, ma di questo ne parleremo a breve. In ogni caso, una volta piazzate le luci sull'albero di natale ed eseguita la registrazione alla piattaforma di Twinkly, è importantissimo procedere con la calibrazione delle luci: in questo modo, il sistema effettuerà una vera e propria scansione della posizione di ogni singolo Led presente sull'albero, realizzando una mappatura precisa di ogni sorgente luminosa, che sarà poi possibile programmare anche singolarmente. In questo modo, oltre alle tante animazioni presenti nel database dell'applicazione, sarà possibile creare i propri effetti luminosi e personalizzare per ogni Led la colorazione, la luminosità, l'intermittenza e così via.

Tramite l'applicazione è inoltre possibile accendere o spegnere le luci in remoto, impostare un timer di accensione e spegnimento automatici e creare dei veri e propri gruppi di dispositivi: una funzione molto utile nel mio caso, che ha unito virtualmente due strisce di Led rendendole un'unico blocco e quindi uniformando le animazioni. Il tutto, come vi accennavo, è gestibile sia tramite rete locale che tramite cloud, ma nell'ultimo caso ho trovato il sistema di gestione remota ancora poco ottimizzato e non sempre sono riuscito a controllare le luci a distanza come desideravo. È davvero un peccato, perché in effetti alcune volte viene a mancare una delle parti fondamentali di un sistema smart, ma il problema è altalenante e sono convinto che dipenda dai server dell'azienda. In soldoni non dipende fisicamente dalle luci e sarà premura dell'azienda sistemare le cose in remoto. Speriamo bene.

Nella galleria dell'applicazione sono presenti una serie di effetti animati, alcuni veramente molto belli, assieme a quelli personalizzati che si potranno creare a proprio piacimento. Per ogni effetto, inoltre, sarà possibile modificare la velocità dell'animazione, e l'intensità di luminosità e colore. Insomma, non c'è limite alla fantasia. L'unico limite, di nuovo, dipende dall'applicazione che seppur ricca di ogni tipo di opzione, ho trovato piuttosto macchinosa da utilizzare, soprattutto nel menu di scelta dei dispositivi da controllare. Certo, è una piccolezza, ma sono cose che influenzano l'utilizzo quotidiano e spero che l'azienda corra presto ai ripari. Anche perché, lo ammetto, è una cosa che mi sta a cuore, visto che si tratta di una startup italiana.

Ottima e molto bella la qualità dei Led utilizzati. Sin dalla prima accensione delle luci ci si rende conto che i materiali utilizzati per produrre le Twinkly sono di altissimo livello, e l'effetto dato dalla riproduzione delle animazioni luminose è veramente magico. Insomma, probabilmente le acquisterei anche se non fossero smart perché, accese, sono proprio belle da vedere, e ben venga se poi le posso utilizzare anche con Google Home e l'Assistente Google.

Il prezzo di vendita delle Twinkly varia chiaramente a seconda del modello acquistato. L'azienda produce anche diverse soluzioni per l'illuminazione da esterni, e il modello da 175 Led utilizzato per questa recensione costa 89,90 euro e talvolta su Amazon è possibile acquistarle anche in sconto. Certo, si tratta di un prezzo piuttosto alto, ma tutto sommato è in linea con diverse soluzioni di illuminazione tradizionali di alta qualità perché, ricordiamolo, oltre alla gestione smart, stiamo parlando di luci di altissima qualità, in grado di riprodurre qualsiasi colore e che garantiscono un bellissimo effetto visivo.

La possibilità di controllarle tramite lo smartphone e di personalizzarle in qualsiasi (ma veramente qualsiasi) particolare è la ciliegina sulla torta. Peccato per l'applicazione, non ancora perfetta in ogni particolare, ma devo ammetterlo: l'idea e il prodotto sono veramente interessanti.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.