Che barba, che noia. Che noia, che barba. Sì, lo so, forse sto esagerando ma bisogna ammetterlo: il mercato degli smartphone sta diventando sempre più noioso e a prima vista tutti gli smartphone sembrano usciti dalla mente dello stesso desiner. E non parlo solo dei top di gamma, ma soprattutto del mercato di fascia medio/bassa, dove ormai sembra che sia diventata quasi una legge la presenza del notch e del modulo della fotocamera in verticale. Insomma, sembra che mai come quest'anno l'iPhone di Apple detti le regole.

Ma quindi, in un mondo dove anche gli smartphone economici si sono "omologati" al design dell'iPhone, quali sono le caratteristiche che rendono un dispositivo "vincente" o migliore rispetto ad un altro? È brutto dirlo, soprattutto perché si parla di tecnologia, ma in realtà soprattutto nella fascia medio/bassa, il vincitore è sempre quello con il prezzo inferiore (e quindi con il miglior rapporto qualità/prezzo): e, in questo caso, il vincitore pare proprio essere il Wiko View 2 Go, uno smartphone molto economico, con un bel design e buone caratteristiche hardware per il prezzo a cui è venduto: parliamo di 159 euro, cioè 9 volte in meno al prezzo dell'iPhone XS e su Amazon è già disponibile in sconto.

Design Wiko View 2 Go

Nonostante Wiko, per ovvi motivi di prezzo, abbia totalmente abbandonato il metallo, a favore della plastica, il design del View 2 Go non ha nulla in meno rispetto alla concorrenze. Il problema della plastica, però, è anche quello di attirare in modo forse troppo marcatole impronte digitali, ma rimane comunque molto resistente e le diverse colorazioni disponibili gli donano un tocco di originalità. Le linee sono molto rotondeggianti, il modulo della fotocamera posteriore è piuttosto sporgente e il tasto di accensione è stato striato per evitare di confonderlo con quelli del volume, tutti posizionati sul lato destro del dispositivo.

Purtroppo manca la connessione USB-C e ricarica e sincronizzazione con il computer avvengono tramite un cavo micro-USB, ma fortunatamente è presente l'ingresso per le cuffie con il cavo. Chiaramente, data la fascia di prezzo, il Wiko View 2 Go non ha alcuna certificazione di resistenza ad acqua e polvere e manca del tutto il sensore per le impronte digitali.. Tutto sommato, insomma, si tratta di un dispositivo molto piacevole da impugnare ed utilizzare.

Caratteristiche Wiko View 2 Go

Il processore che anima lo smartphone economico di Wiko è uno Snapdragon 430 ad otto core, affiancato da 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna. Si tratta chiaramente di un hardware di fascia bassa, che esclude a priori l'esecuzione dei giochi graficamente più complessi, ma che per la gran parte delle operazioni fa il suo lavoro a dovere e permette di eseguire tutti i task che generalmente farebbero gli utenti ai quali si rivolge.

Nei miei test non ho riscontrato alcuna bruta sorpresa "inaspettata" e non ho mai trovato bug o rallentamenti di sorta. Le applicazioni si avviano con la giusta velocità e lo sblocco dello smartphone è abbastanza veloce. Inoltre, nonostante non sia adatto ai giochi più complessi, quando si utilizzano titoli fruibili su questa categoria di dispositivo, non si nota per niente alcun surriscaldamento.

Ottima, ma veramente ottima, l'autonomia: la batteria da ben 4000 mAH è in grado di garantire senza alcun problema due giorni di autonomia con un utilizzo nella media. L'unica nota negativa è il tempo di ricarica che richiederà un'attesa di circa 2 ore per arrivare da 0% a 100%. Davvero un peccato.

Display Wiko View 2 Go

Non sempre il connubio tra smartphone economico e display scadente è valido. Ed in effetti sul Wiko View 2 Go questa teoria trova conferma. Il display è un IPS da 5.93 pollici con una risoluzione HD+ ed un grande notch in stile iPhone nella parte superiore. La qualità delle immagini è tutto sommato buona e considerandone il prezzo è difficile biasimare la mancanza del Full HD: costa pur sempre 159 euro.

La gestione delle cornici è buona, anche se nella parte inferiore ne è presente una piuttosto marcata. Gli angoli superiore del display, inoltre, sono un po' troppo stondati per i miei gusti, ma dopo qualche ora di utilizzo ci si abitua.

Tutto sommato comunque, il display mi ha dato una buona impressione: i colori sono piuttosto ben bilanciati, la luminosità è più che sufficiente anche per le condizioni di luce diretta e la reattività del touch screen è perfetta. Insomma, in questa fascia di prezzo non si può chiedere di meglio.

Fotocamera Wiko View 2 Go

La versione Go della serie View 2 di Wiko dispone di un'unica fotocamera. Il sensore della fotocamera posteriore è da 12 megapixel ed è in grado di scattare foto decenti in condizioni di buona luminosità: la qualità gli scatti realizzati in ambienti luminosi è sufficiente per la gran parte degli utenti, ma in condizioni di scarsa luminosità le cose peggiorano nettamente. È chiaro, è uno smartphone economico, e quando la luce è poca comparirà immediatamente il rumore e chiaramente il flash non aiuterà a risolvere questo problema.

Lo scatto delle foto è abbastanza veloce, ma dopo averle scattate sarà necessario aspettare qualche istante perché le immagini vengano elaborate. Bene la fotocamera frontale, da 5 megapixel con apertura f/2.0 e non male i video che possono essere registrati in Full HD.

Software Wiki View 2 Go

La versione di Android che anima lo smartphone economico di Wiko è la 8.1 Oreo, personalizzata dalla leggerissima interfaccia grafica dell'azienda.È talmente leggera che è quasi invisibile e garantisce un'esperienza quasi Android Stock. Sono comunque presenti le funzioni tipiche dell'azienda, come la Smart Left Page, che visualizza le scorciatoie direttamente i Home, le Smart Gestures e le Smart Actions, con le quali si potrà rispondere al telefono avvicinandolo semplicemente al volto.

Chi di voi mi conosce, saprà che non sono un fan delle personalizzazioni di Android da parte delle aziende produttrici, e proprio per questo devo ammettere che la scelta fatta da Wiko è piuttosto vincente e nonostante l'hardware di fascia bassa, rende il View 2 Go molto semplice da utilizzare e abbastanza fluido.

Prezzo di vendita in Italia Wiko View 2 Go

Il prezzo di vendita in Italia del Wiko View 2 Go è di 159 euro, ma su Amazon è già in sconto. E sì, anche se ero piuttosto scettico quando l'ho ricevuto in prova, devo dire che mi ha abbastanza sorpreso. Il prezzo è estremamente competitivo ed è in grado di svolgere senza problema alcuno tutte le operazioni che vi aspettereste da un dispositivo di questa fascia.

Certo, non è uno smartphone con il quale si può pensare di fare le foto in vacanza o di giocare a giochi estremamente complessi, ma si tratta di compromessi piuttosto ovvi in uno smartphone da 159 euro. Se poi assomiglia ad un iPhone, ben venga.

Le selezioni di prodotti o servizi contenute in questo articolo sono affidabili e indipendenti. In alcune occasioni, viene percepita una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti nel testo, senza alcuna variazione del prezzo finale.