Quando il primo Galaxy Note è arrivato sul mercato, le persone si sono chieste a cosa servisse uno schermo così grande. Poi hanno capito. È così che Samsung ha deciso di aprire la propria conferenza di annuncio del nuovo Note 9, il top di gamma di Samsung che guiderà l'azienda durante la fase finale dell'anno. Ed è vero: se nel 2011 gli schermi così grandi potevano sembrare eccessivi, oggi sono invece la normalità. In questa situazione, la nona versione del phablet sudcoreano si pone ancora una volta come punto di riferimento per professionisti ed artisti, ma anche per tutti gli utenti interessati ad uno smartphone ampio e dalla durata della batteria estesa.

Una generazione di creativi e imprenditori, così è stata definita la fascia principale a cui si rivolge il nuovo Note 9.  Ma anche i giocatori: come annunciato dalle indiscrezioni, Fornite sarà esclusiva di lancio del Galaxy Note 9 e arriverà su Android in esclusiva temporale per il nuovo smartphone di Samsung. Per tutti, invece, uscirà nel corso delle prossime settimane. Il design del nuovo smartphone è rimasto simile a quello del Galaxy Note 8, con uno schermo Super AMOLED Quad HD+ da 6,4 pollici ad occupare la maggior parte del pannello frontale.

Dal punto di vista delle specifiche tecniche, il Note 9 presenta una CPU Exynos 9810 da 10nm, una batteria da 4.000 mAh e 128 GB di spazio di memoria. Ma sarà disponibile anche un'edizione da 512 GB: se si utilizza una scheda di memoria da ulteriori 512 GB, quindi, è possibile raggiugnere uno spazio di archiviazione di un terabyte. La componente fotografica è stata ulteriormente migliorata grazie all'utilizzo dell'intelligenza artificiale: non solo le lenti – le stesse presenti sul Galaxy S9+ – sono ancora più luminose, ma l'IA è in grado di riconoscere meglio le scene e impostare in maniera adeguata le impostazioni riscatto, ma anche indicare all'utente se qualcosa non va nello scatto, per esempio se uno dei soggetti ha chiuso gli occhi.

Altro elemento fondamentale della linea Note è l'S-Pen, che per la prima volta sarà dotata di connessione bluetooth. In questo modo la penna non serve solamente per disegnare e prendere appunti sullo schermo dello smartphone, ma potrà essere utilizzata anche da remoto. Per esempio per scattare un selfie o per controllare una presentazione: premendo il pulsante posizionato in coma all'S-Pen è possibile scattare una fotografia o mandare avanti e indietro la presentazione.

Com'era facilmente immaginabile, la funzione DeX, che consente di collegare lo smartphone ad un monitor esterno, è disponibile anche su Note 9: attraverso l'utilizzo di uno speciale cavo – e non solo la vecchia e ingombrante base – è possibile connettere lo smartphone ad un monitor e utilizzare un'interfaccia desktop.

Il nuovo Samsung Galaxy Note 9 sarà disponibile in Italia dal 24 agosto, nelle versioni da 128GB (prezzo al pubblico 1.029 euro) e 512GB (prezzo al pubblico 1.279 euro), nelle colorazioni Ocean Blue, Midnight Black e Lavender Purple. Sarà però possibile preordinare il nuovo smartphone Samsung da oggi al 23 agosto, accedendo in questo modo alla campagna internazionale di trade-in Samsung, che valuterà fino a 600 euro il vecchio smartphone dei consumatori. Solo per l’Italia, inoltre, sarà possibile acquistare il Galaxy Note 9 con la formula Samsung Smart Rent sul sito samsung.com in aggiunta al programma di trade-in: con Samsung Smart Rent, i consumatori potranno ottenere il nuovo flaghship con un anticipo di 99 euro e 24 rate da 44,90 euro (per la versione da 512 GB) e 35,90 euro (per la versione da 128 GB) con copertura contro danni e furto inclusa. Inoltre a partire da domani 10 agosto, sarà possibile vedere in anteprima il nuovo Galaxy Note 9 in alcuni punti vendita di prodotti di tecnologia in Italia e presso il Samsung District a Milano.